CecalSrl

Il giornale online “il fatto nisseno” qualche giorno fa rimarcava l’importanza della data 11/01/2016 definendola quasi storica perché in questa seduta (e mi riferisco al municipio di Caltanissetta) ci si domandava se per il presidente della Regione il Territorio Nisseno rappresentava veramente una priorità. L’argomento portato all’ordine del giorno della riunione indetta per la data sopra citata è un argomento assai importante: si tratta dell’università di Caltanisetta sulla quale Crocetta voleva un’altra volta mettere mani, continuando il suo disastroso programma di Governo che contiene solo contenuti negativi per noi giovani a cui esso sottrae sempre di più il futuro, ma oggi tutto ciò viene limitato dal Consigliere Comunale Oscar Aiello che cerca di ostacolare questa apocalisse. Inoltre, mentre quest’ultimo esponeva le reali esigenze del territorio, il Presidente Crocetta stava tranquillo a smanettare col suo telefono non considerando minimante rilevante ciò che il consigliere Aiello stava esponendo.
L’amico Aiello oggi ha dimostrato di avere una grande determinazione, un grande coraggio e un grande amore verso la sua terra, finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di ribellarsi e di asserire che Rosario Crocetta di certo non rappresenta un valido Presidente di Regione voltandogli anche le spalle per tutta la durata del suo intervento e dichiarando con grande coraggio e franchezza testuali parole “SIG. CROCETTA LEI NON E’ IL MIO PRESIDENTE”. Questa non è una “caduta di stile” ma è una chiara risposta all’operato disastro di Crocetta che non sta facendo altro che mettere in ginocchio e distruggere la nostra bellissima Sicilia. Complimentandomi ancora per le azioni del consigliere, spero, in virtù del mio ruolo di coordinatore FI Giovani, qualora il Presidente leggesse tali mie parole, di poter ricevere una replica, perché no anche di persona. Noi Giovani siamo stanchi Il presidente Crocetta ci sta rubando il nostro Futuro prima con la formazione poi con l’università per non parlare della disoccupazione, ora noi diciamo basta a tutto ciò.
Massimiliano Cipriano
Coordinatore Regionale Forza Italia Giovani Sicilia Occidentale

CONDIVIDI