CecalSrl

Si susseguono i problemi sul presidio ospedaliero delle Madonie, dove in attesa di capire bene come andrà a finire in modo definitivo la questione del punto nascita di Petralia, da alcuni giorni è venuto fuori un altro problema abbastanza grave e pericoloso per quanto riguarda l’intero territorio. A Polizzi Generosa non è stata ripristinata la dislocazione territoriale dell’ambulanza del 118 dove da qualche anno faceva da postazione fissa. A questo il primo cittadino Lo Verde ha scritto una lettere di protesta agli enti regionali preposti per avere delucidazioni in merito e sopratutto riprendere l’attività che deve dare aiuto a tutto il territorio , visto che le emergenze non mancano e dopo i fatti che hanno riguardato l’ospedale di Petralia.

 Si sta cercando di penalizzare le Madonie, in tutti i modi dove resta ad oggi solo il destino di morire e di vivere in angoscia e solitudine non tralasciando tutti i problemi che i nostri comuni possano avere e, visto che di nascita non si può parlare per il prossimo futuro ! Penalizzare e negare a tanta gente anche il diritto di essere assistiti in casi di emergenza và contro i principi umani e legittimi che la gente deve avere, essendo modi naturale e umani avere l’assistenza adeguata nonostante si pagano le dovute tasse come in tutto il resto d’Italia. Togliere e non dare, non sono principi su cui si possa costruire qualcosa di buono  e di positivo, qualsiasi sia il colore politico o le correnti a cui qualcuno si possa appoggiare.

Raggiungere Polizzi da Terminin Imerese per avere aiuto o soccorso, non è un intervento tempestivo in quanto si parla di circa 90 minuti di percorso, aumentato anche dal fatto che parliamo di strade e percorsi tortuosi e non facili da raggiungere per un’ambulanza, quindi ci si affida al buon senso dell’assessore alla Sanità e ripristinare quanto prima il servizio del 118 per non penalizzare ancor di più un territorio che ad oggi vive di emergenze precarie e non solo…..

 Antonio David ForestaliNews

CONDIVIDI