CecalSrl

I Carabinieri della Stazione Oreto hanno proceduto all’arresto di MATRANGA Benito Matranga, nato a Palermo nel 1989, ivi residente e Antonio D’Anna, nato a Palermo, nel 1970, residente a Cinisi, di fatto domiciliato a Palermo, entrambi volti noti alle forze dell’ordine.
I due, illecitamente, cedevano a varie persone, rimaste sconosciute, marijuana e hashish e detenevano, per un uso non esclusivamente personale, gr. 24 circa di marijuana, divisa in 15 bustine, e gr. 7,5 di hashish divisa in nr. 7 stecchette e la somma di euro 72, in banconote di diverso taglio.
La pattuglia dei Carabinieri, nel transitare in via del Bassotto, notava due persone, intente a  posizionare un pacchetto di sigarette di colore bianco e rosso, all’interno di una cassetta per la pubblicità, occultandolo sotto alcuni volantini.
I due, dopo tali operazioni, eseguite, in modo alquanto sospettoso, si posizionavano vicino al luogo citato e con uno strano andare-vieni di persone, gli stessi prendevano contatti con “l’utenza”.  Benito Matranga e Antonio D’Anna dopo di ciò andavano a prendere dei piccoli quantitativi di sostanza stupefacente nel luogo in menzione ed  altri quantitativi venivano prelevati da uno scatolo nascosto tra i rami di un albero.
Scoperto il modus operanti ed il luogo dove la sostanza era stata nascosta, i Carabinieri decidevano di intervenire per porre fine alla illecita attività.
Alla vista dell’autovettura dei Carabinieri, Benito Matranga veniva visto nascondere un qualcosa sotto una vettura, una Nissan Micra e subito dopo, sulla stessa, insieme a Antonio D’Anna vi saliva  a bordo.

Identificati, i due, venivano sottoposti a perquisizione. Nella tasca destra anteriore del pantalone indossato da Antonio D’Anna veniva rinvenuta la somma di euro 72 mentre sotto la Nissan Micra, una bustina di polietilene chiusa con spille, contenente sostanza del tipo marijuana.
Ed ancora, a brevissima distanza, all’interno della cassetta per la posta, occultata da volantini pubblicitari, veniva rinvenuto un pacchetto di sigarette contenente nr. 5 bustine di marijuana; mentre tra i rami di un albero, un contenitore in plastica per gelato, contenente nr. 9 bustine marijuana e nr. 7 stecchette di sostanza hashish del peso complessivo di circa gr. 7,5.
Benito Matranga e Antonio D’Anna venivano pertanto tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e  tradotti agli arresti domiciliari in attesa della convalida davanti al G.I.P. del Tribunale di Palermo.
Foto di repertorio

CONDIVIDI