????????????????????????????????????
CecalSrl

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Gruppo Tutela Lavoro e del Comando Provinciale di Palermo, su impulso del Direttore Territoriale del Lavoro, proseguono le attività di controllo del mondo del lavoro palermitano. Nelle ultime due settimane sono stati effettuate ripetute ispezioni nei trasporti, in edilizia e nei servizi da cui sono emersi lavoro nero e posizioni lavorative irregolari.
I controlli ssono avvenuti a Palermo e provincia su un totale 7 ditte e 19 lavoratori, di cui 7 in nero:
– in una ditta edile, ad Isnello, impegnata nella realizzazione di un corpo fabbrica, veniva riscontrata la presenza di 1 lavoratore in nero su 8 presenti; in materia di sicurezza venivano contestate al titolare dell’azienda la mancata visita medica preassunzione e la mancata formazione/informazione dei dipendenti, la mancata consegna dei dispositivi di prevenzione individuale, la mancanza dei mezzi di estinzione, l’avere effettuato lavori in prossimità di parti attive non protette, la mancata redazione del POS, il non avere assicurato la viabilità nel cantiere, la mancata protezione delle aperture nei solai. Alla ditta venivano contestate sanzioni amministrative per 1500,00€ e ammende per 54.739,20€ conseguenti al deferimento penale;
– tre ditte di autotrasporti, a Palermo, che illecitamente scambiavano fra di loro personale addetto, ai cui titolari veniva inoltre contestata la presenza di 2 lavoratori in nero ed 1 irregolare dei 3 presenti, oltre all’omesso versamento delle ritenute previdenziali. Gli venivano contestate sanzioni amministrative per 8.515,00€ e recuperati contributi previdenziali per 24.182,26€;

Infine nel contesto di una mattinata di attività in prossimità della Direzione Territoriale del Lavoro di via Maggiore Toselli a Palermo, i militari sottoponevano a controllo 3 aziende di autorimessa di cui solo una risultava in regola. Infatti:
– in una prima autorimessa, veniva sorpreso 1 lavoratore extracomunitario sottoposto a provvedimento di espulsione dal territorio nazionale e in nero intento a lavorare, nonché altri 2 lavoratori in nero su 4 presenti in azienda: veniva sospesa l’attività imprenditoriale;
– in una seconda autorimessa, veniva sorpreso 1 lavoratore in nero su 2 presenti, per cui veniva anche qui sospesa l’attività imprenditoriale, oltre al deferimento all’AG per l’illecito utilizzo di un impianto di videoregistrazione senza l’autorizzazione della DTL.
Nel complesso, in questa terza parte dei controlli venivano contestate sanzioni amministrative per 188.000,00€ e ammende per 3.098,00€. Il cittadino extracomunitario soggetto all’espulsione, veniva portato in Questura per il successivo allontanamento dal territorio nazionale.

Contratti a norma e sicurezza rispettata: questi gli obiettivi dei Carabinieri per la Tutela del Lavoro. Il comparto con sede presso la Direzione Territoriale del Lavoro di questa via Maggiore Toselli è a disposizione del cittadino che intenda riferire irregolarità e mancato rispetto della sicurezza e dei contratti. In alternativa le Stazioni carabinieri del territorio rimangono aperte a coloro che vogliano denunciare. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni con la massima variazione di obiettivi ed orari.

CONDIVIDI