“Sulla vicenda dell’inceneritore, annunciata dal Governo nazionale, il Partito Democratico esprime un secco NO ad ogni ipotesi di costruzione dell’impianto sul proprio territorio, fermamente convinti che ciò comprometterebbe in maniera irrimediabile la salute dei Termitani e delle Comunità limitrofe, senza peraltro risolvere il problema legato ai rifiuti. In questo senso, verrà messa in campo ogni forma di protesta, unitamente ai nostri concittadini e alle realtà associative locali, per scongiurare tale ipotesi.
Responsabilmente, convinti che la questione legata alla emergenza rifiuti vada affrontata con la massima serietà e senza più ulteriori rinvii, insistiamo affinché il percorso tracciato dalla SRR Palermo Est venga accelerato, e quindi con esso la costruzione di impianti di selezione, trattamento e valorizzazione del rifiuto così come previsto dal Piano d’Ambito. Oggi più che mai questo percorso va accelerato in quanto unica alternativa possibile all’incenerimento dei rifiuti.
In merito alla famigerata vicenda dell’impianto proposto dalla ECOX, occorre che essa rinunci, in forma ufficiale e definitiva, alla linea di produzione del Combustile Solido Secondario, ripercorrendo daccapo il percorso amministrativo volto alla realizzazione dell’impianto. Solo così si potrebbe ripartire da una condivisione del progetto con la Comunità locale, mortificata nella fattispecie dagli investitori in questione.
Fino a tale necessario ed irrinunciabile atto da parte della Società, la linea non può che essere quella assunta a larghissima maggioranza dal Consiglio Comunale nel dicembre scorso e le successive determinazioni assunte dall’Amministrazione Comunale, ivi compresa la decisione di procedere con ricorso avverso la ECOX” 
 
PER IL CIRCOLO PD TERMINI IMERESE
IL COORDINATORE
ANGELO CASCINO 
CONDIVIDI