CecalSrl

Avevamo ragione a scommettere diversi mesi addietro, fra un certo scetticismo diffuso, sugli sviluppi positivi della vertenza ex-Fiat di Termini I. e la firma del contratto di sviluppo tra Invitalia e Blutec per la riconversione e riqualificazione innovativa dello stabilimento Termitano ne è la conferma. Lo afferma il Consigliere Comunale Pd (Termini Imerese) Carmelo Sacco.
I primi nuovi investimenti -continua il Consigliere termitano- pari a circa 96 milioni potranno concretamente contribuire al rilancio del polo industriale consentendo il reimpiego dei lavoratori interessati. Adesso deve continuare la lotta per ridare un reale futuro produttivo ai lavoratori dell’indotto.

CONDIVIDI