Sappiamo bene che le situazioni del comparto forestale , sono sempre limate  e attuate per fregare l’operaio, ma certamente da questa Finanziaria 2016, non possiamo certo aspettarci di risollevare le sorti medesime , ma di continuare nella scia degli anni passati. Francamente non penso che questi 120 giorni di attesa possano portare notizie positive in merito al futuro del comparto, questa riforma tanto invocata e mai applicata, non sarà fatta nemmeno questa volta , ma sarà un altro periodi di perdita di tempo o meglio ancora di cosa attuare a discapito degli operai.
CecalSrl

Sono preoccupato su ciò che potrebbero effettuare alle spalle di tante famiglie, sopratutto perchè il futuro è legato ai fondi che devono arrivare da Roma e agli ordini impartiti da Renzi, talmente semplici nel suo contenuto, quindi il governo regionale è chiamato a pensare con quale “calunnia” o motivo valido si possa alleggerire il peso di migliaia di Forestali. Per effettuare la riforma del comparto purtroppo , non ci sono gli strumenti abili e le teste “luminose” per fare un passo così importante per tutto il sistema forestale siciliano, utile per cambiare e portare avanti dei progetti che in tante altre parti d’Italia già attuano da tempo, seppur con minor forza lavorativa, ma con maggior voglia di cambiare a attuare un cambiamento boschivo.Solo proclami e questo da ragione anche nel fatto che le graduatorie sono state bloccate affinché gli operai facciano quei passi avanti che li porterebbero allo scatto successivo per scorrimento di legge. Tanti sono in punti a sfavore dell’operaio e se facciamo i conti del “2+2″… traiamo le conclusioni di rito quindi, inutile che Cracolici o chi di dovere cerchi di raggirare l’ostacolo prendendo ancor di più in giro la gente che aspetta ancora altri 4 mesi. Dovrebbero riprendere gli avviamenti nel mese di Marzo, operai che saranno avviati con le vecchie graduatorie dove si vede gente che ha già notato in questa graduatoria 2016 l’avanzamento di contingente, gioendo per qualche mese ma che rimane bloccato perchè si è fermato tutto !

Sui illude e si riprende per i fondelli sempre nello stesso modo, promesse, passi in avanti e due indietro, stipendi che forse si pagheranno entro il 15 Marzo, fermati da un sistema burocratico che non riesce a partire mai, perchè non si vuole far partire per cause che sappiamo da anni di esperienza. Alla scadenza di questa sospensione si ripresenterà il problema e il blocco riprenderà nella sua forma e lo farà come prassi normale di un sistema lavorativo che vige in tutti i settori, perchè la “carriera lavorativa” deve essere premiata giustamente e, se qualcuno non è capace di mettere in atto tutto ciò che il sistema ha bisogno, certamente non lo si può far pagare a chi lo mantiene abile pulito e fiorente…..

Antonio David Forestalinews

CONDIVIDI