I gruppi consiliari Ncd, “L’Ulivo per Castelbuono con Unione Civica di Centro” e Gruppo Misto nella seduta del 4 marzo decidevano di bocciare il Mercato del Contadino e il relativo regolamento. I gruppi d’opposizione tendono a precisare con questa nota di essere d’accordo con l’iniziativa in sé, ma solo se supportata dall’idea di origine, che nulla ha a che vedere con quello che questa Amministrazione ha trascinato in tutti questi mesi sotto forma di prova. Questo “Mercato” di fatto non è decollato, poiché i venditori presenti fino a sabato scorso venivano da tutt’altre località rispetto ai luoghi madoniti, facendo sì che quelli che dovevano essere prodotti sulla nostra tavola risultavano venduti da ambulanti provenienti da Godrano e Castronovo di Sicilia, che tranne notizie dell’ultima ora non sono paesi madoniti.
Il “Mercato del Contadino” va fatto e sarà fatto, ma solo per valorizzare i prodotti del nostro territorio e cercare sopra ogni cosa di coinvolgere i nostri produttori e commercianti, cosa non riuscita all’Amministrazione. Nella prossima settimana l’opposizione presenterà una proposta alternativa cercando in primis di individuare un’ubicazione diversa e utilizzando le attrezzature che il Comune ha avuto finanziate dal Gal. Cercheremo inoltre di incentivare e valorizzare un’idea che diventi realtà, ma con regole totalmente diverse, un “Mercato” che deve portare sulle nostre tavole prodotti solo ed esclusivamente madoniti, nel rispetto dell’idea originaria del progetto. In tale ottica cercheremo di valorizzare la casette che furono finanziate dalla Regione all’interno della rete “Culture e tradizioni dei Castelli di Sicilia”.
Di contro l’Amministrazione cerchi di controllare e attenzionare la miriade di ambulanti abusivi che giornalmente si incontrano per le nostre vie, i quali i non rispettano le normative contenute nei regolamenti comunali, danneggiando i nostri commercianti che devono giocoforza e giustamente sottostare alle regole vigenti.
Vergognosa appare infine l’atteggiamento posto in essere dal primo cittadino che nel corso della seduta consiliare, mancando di rispetto a quel consesso, ai cittadini castelbuonesi e alle Istituzioni tutte, decideva di abbandonare i lavori sul regolamento di contabilità, pur essendo assessore al ramo. A memoria d’uomo, mai nessuno aveva osato tanto! Gli impegni che distraevano la prima figura del nostro Comune erano di recarsi all’inaugurazione di un locale privato, al cui titolare vanno i nostri migliori auguri per una florida attività. La beffa giungeva quando anche l’intera Giunta, oltre al temerario capogruppo di “Castelbuono in Movimento” Pietro Mazzola, decideva di disertare l’aula per seguire il proprio condottiero. La seduta consiliare, pertanto, veniva aggiornata a questo giovedì per la discussione già iniziata del suddetto regolamento.
I gruppi d’opposizione si impegnano a ripresentare in brevissimo tempo quanto sopra citato in ordine all’iniziativa denominata “Mercato del Contadino”, con impegni e regole che favoriscono la produzione madonita.
 Nuovo centrodestra
“L’Ulivo per Castelbuono con Unione Civica di Centro”
Gruppo Misto+
CONDIVIDI