CecalSrl

È italiano ed è campione mondiale di lotta libera 65 Kg. In realtà ha origini cubane anche se recentemente, Frank Chamizo ha conquistato l’oro per l’Italia nella rassegna continentale di Riga.
Un nuovo incredibile assolo dello Spartacus azzurro che ormai indossa il marchio dei grandi fuoriclasse dello sport italiano.
L’ultimo oro europeo nella lotta libera risaliva al 1992 con il trionfo di Giovanni Schillaci.
Dopo il titolo mondiale Chamizo si è aggiudicato anche il titolo europeo in Lettonia confermando il suo essere un fuoriclasse della lotta italiana. In grado di segnare un’epoca e con lo sguardo già rivolto verso il grande obiettivo stagionale: i Giochi Olimpici di Rio 2016.
Chamizo ha voluto visitare Termini Imerese grazie alla sua amicizia con il termitano Carmelo Lumia, campione delle Fiamme Oro della Nazionale Italiana. Ha così voluto rendere omaggio alla ormai consolidata tradizione della lotta libera termitana, che ha trovato la sue origini nella figura del compianto maestro Cristoforo Consales, il quale ha lasciato alla città di Termini Imerese una grande eredità: la pratica della lotta libera che riesce a regalare, ancora, sempre nuovi campioni.
Per il sindaco, Toto Burrafato è stata “una bella pagina di sport. Un lottatore già affermato e di grande talento sportivo ha fatto tappa a Termini Imerese per dare merito ai tanti atleti che nel recente passato hanno centrato importanti traguardi ma anche per dare fiducia alle nuove generazioni che, ancor oggi, scelgono la lotta, uno sport carico di sudore e sacrifici che esalta l’agonismo senza mai imboccare la via della violenza”.
Il campione mondiale è stato ospitato presso il palazzetto comunale “Club Atletico Termini Imerese” intitolato proprio a Cristoforo Consales, in presenza del sindaco Totò Burrafato, l’assessore allo Sport Paolo Cecchetti, i consiglieri comunali Antonio Urbano e Michele Longo.
Erano presenti anche il Dirigente della Polizia Francesco Cassataro e l’ispettore Stefano Cugino. “Sono onorato della calorosa ospitalità ricevuta dalla città di Termini Imerese – ha detto il campione Frank Chamizo – da parte di tutti i lottatori, dagli allenatori e dalle Autorità presenti”.
“È una grande impresa quella compiuta dal nostro campione mondiale ed europeo di lotta libera – ha dichiarato il consigliere Michele Longo – che ci fa sentire orgogliosi di essere italiani. Averlo nella nostra città è motivo di compiacimento per l’importanza storica di questa disciplina nella nostra città”.

CONDIVIDI