CecalSrl

La giovane avvertiva forti crampi addominali poi, via via le sue condizioni sono peggiorate fino a causarle la morte.  Myriam B., bella e piena di vita, frequentava il quarto anno del Liceo Artistico di Termini Imerese. E’ arrivata al pronto soccorso martedì mattina, dopo una corsa disperata in ambulanza: i suoi familiari hanno chiamato il 118 perché la ragazza stava malissimo. Lamentava forti dolori addominali improvvisi. Nelle prime ore del mattino la giovane lamentava i primi sintomi di una normale indigestione poi, i dolori diventavano lancinanti e, dopo un intero giorno trascorso in ospedale il decesso improvviso. E’ successo tutto nell’arco di ventiquattro ore. Myriam é morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale Salvatore Cimino di Termini Imerese alle ore 12 di mercoledì 30 aprile. “La ragazza – spiega il Direttore Sanitario dell’Ospedale S. Cimino di Termini, Cataldo Pellegrino – è giunta al pronto soccorso, ieri intorno alle 13:30, in condizioni gravissime con disturbi respiratori e forti dolori addominali. E’ immediatamente intervenuto il rianimatore ed è stata effettuata una Tac. Poi abbiamo eseguito una procedura che permette di evidenziare eventuali emorragie all’addome, ma non è stato rilevato nulla. A quel punto è anche stato contattato il Centro veleni, ma la ragazza è entrata in coma. È stata immediatamente ricoverata e sottoposta ad accertamenti (anche una laparotomia esplorativa per vedere se vi erano emorragie interne) ma le condizioni respiratorie e generali sono rapidamente peggiorate ed è deceduta in rianimazione stamattina. Abbiamo segnalato il caso all’autorita giudiziaria affinché vengano eseguiti gli accertamenti più opportuni per accertare le cause della morte che potrebbero essere le più disparate. Non si può escludere un avvelenamento da farmaci. Quello che le è accaduto non ci è chiaro. Non è stato possibile accertare cosa le sia successo di preciso. Inizialmente il personale sanitario ha ipotizzato il morso di una vipera, ma sul corpo la giovane non aveva alcun segno. E’ stato fatto tutto il possibile”. A fare luce sulle cause del decesso sarà adesso l’autopsia, richiesta insieme agli esami tossicologici. La salma è stata sequestrata e trasferita al Policlinico di Palermo dove sarà eseguito l’esame autoptico. Sul caso indaga la polizia. Nel frattempo, sulla pagina di Facebook Myriam viene descritta come una ragazza solare e piena di vita. Sono tantissimi i messaggi e i ricordi per lei. Quello più toccante è stato scritto dal suo fidanzato Giuseppe “Ci siamo amati, ci ameremo in eterno. Come mi dicesti tu vita mia niente e nessuno ci separerà mai. Rimarrai per sempre nel mio cuore perché sei stata tu l’unica ragazza che mi ha fatto battere il cuore. Ti amo, per sempre insieme, sei la mia vita…”

Francesca Giunta – Tele video Himera Web Tv

(Nella foto il Dirigente Sanitario dell’Ospedale Salvatore Cimino di Termini Imerese, Cataldo Pellegrino)

CONDIVIDI