CecalSrl

Nelle scorse settimane sono stati attivati dagli uffici comunali competenti alcuni interventi di bonifica del territorio da rifiuti contenenti amianto. “Nonostante le difficoltà economiche che attraversa l’Ente il nostro impegno verso la rimozione di amianto continua” Così il primo cittadino di Termini Imerese, Totò Burrafato ha commentato la rimozione di amianto portata a buon fine nelle scorse settimane.
Ad eseguire i lavori è stata la ditta incaricata Balistreri srl di Carini che ha proceduto a rimuovere (per successivo smaltimento) rifiuti abbandonati contenenti amianto.
Le zone bonificate sono via sen.G. Ciresi angolo SS 285, via Libertà, contrada Cianche (sottopasso ferroviario), Zona Industriale c/o la ditta ex Bon Sud, SS 113 Km 210, contrada Incallisi SP 121 e presso il ripetitore Telecom e ancora in contrada Fossola, contrada San Leonardo, contrada Bragone. Complessivamente sono stati rimossi e smaltiti 14.360 chili di rifiuti contenenti amianto.
I siti vengono ripuliti a seguito di segnalazione. “Si precisa – ha dichiarato l’assessore alla Vivibilità Lelio Minatola – che alcune di queste aree sono già state bonificate in altre occasioni, ciò dimostra che purtroppo è diventata pessima abitudine di alcuni cittadini considerare tali zone adatte all’abbandono indiscriminato dei rifiuti e, nello specifico di questi rifiuti particolarmente nocivi per la salute pubblica e per l’ambiente. Occorrono pertanto, dei controlli più capillari da parte della Polizia Municipale per evitare che tali rifiuti vengano abbandonati indiscriminatamente nell’ambiente”.
Il costo di realizzazione della bonifica effettuata è di circa 15 mila euro. Sono previsti altri interventi di bonifica riguardanti la rimozione di rifiuti abbandonati principalmente sfabbricidi.

CONDIVIDI