?????????????
CecalSrl

Individuare misure volte a sostenere le produzioni cinematografiche e audiovisive in Sicilia: è questa la mission del protocollo d’intesa firmato a Villa Niscemi, dall’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Anthony Emanuele Barbagallo, dal presidente di AnciSicilia, Leoluca Orlando, e dal direttore di Sicilia Film Commission, Alessandro Rais.
Con il protocollo viene realizzata una collaborazione stabile tra i soggetti coinvolti, per agevolare le produzioni cinematografiche e audiovisive sul territorio dei comuni siciliani, quale strumento di sviluppo economico nonché di promozione e diffusione dell’immagine della Sicilia in Italia e all’estero. Braccio operativo sarà la Sicilia Film Commission, che si è già dotata, tra i vari strumenti, di un archivio di immagini relativo alle singole location (Location Guide della Sicilia) che attualmente consta di oltre 500 fotografie ad alta risoluzione relative complessivamente a circa 162 location censite, e ha inoltre progettato e implementato una nuova Production Guide della Sicilia, in costante aggiornamento, relativa alle professionalità siciliane operanti nell’industria dell’audiovisivo.
L’idea del protocollo è nata dalla necessità di migliorare l’organizzazione dell’accoglienza delle troupe cinematografiche e televisive sul territorio siciliano attraverso un coinvolgimento strutturale dei Comuni, così da offrire loro condizioni agevolate, contenendo sia gli oneri burocratici relativi all’ottenimento di permessi e autorizzazioni per girare sul suolo pubblico o all’interno di edifici pubblici o tutelati, che gli oneri economici afferenti alle aliquote della tassa di occupazione del suolo pubblico, attraverso una pianificazione realizzata a livello regionale e non affidata all’iniziativa dei singoli Comuni, per ottenere una uniformità di regole e di condizioni applicate sull’intero territorio regionale. Tale obiettivo non poteva essere raggiunto se non attraverso una stretta collaborazione tra l’Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo/Sicilia Film Commission attivo presso l’Assessorato regionale al Turismo, i Comuni dell’Isola e le film commission locali già operanti in alcuni di essi, per il tramite di Anci Sicilia.
Il protocollo sottoscritto , pertanto, prevede l’istituzione presso i Comuni aderenti di una figura di “Referente Cinema” che tenga i rapporti con la Sicilia Film Commission, fungendo da collegamento con tutti i settori interessati dell’Amministrazione comunale; l’elaborazione di tariffe della tassa di occupazione del suolo pubblico agevolate e differenziate per tipologia di produzione; la presenza di personale della Polizia locale durante le riprese; la segnalazione alla Sicilia Film Commission delle professionalità dell’audiovisivo operanti sul territorio di pertinenza comunale per l’inserimento negli elenchi della Production Guide della Sicilia, ove esse non abbiano già provveduto autonomamente ad inoltrare online la propria richiesta; la stipula di convenzioni con le categorie economiche locali per ottenere tariffe competitive nel campo di ospitalità e ristorazione.
La Sicilia Film Commission si farà inoltre carico di organizzare corsi di formazione destinati alla creazione di nuove professionalità all’interno dei Comuni aderenti o al riposizionamento di quelle già esistenti e di promuovere il territorio comunale come location privilegiata per le produzioni cinematografiche e televisive. L’Assessorato regionale al Turismo Sport e Spettacolo (cui sono attribuite le competenze in materia di cinema e presso il quale è attivo l’Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo / Sicilia Film Commission), per parte sua, si impegna a individuare forme di incentivi per i comuni siciliani che agevolano e favoriscono la presenze dei set nel loro territorio e a supportare gli uffici comunali nel rapporto con le produzioni.
Altra novità assoluta rappresentata dal protocollo è la istituzione di un Gruppo di Lavoro che avrà il compito di sviluppare le linee operative tracciate e di cui faranno parte un rappresentante per ciascuno dei soggetti coinvolti.
“Con questo protocollo, a quanti vogliono venire a fare cinema, fiction, video musicali, documentari in Sicilia – ha dichiarato a margine della firma l’assessore Anthony Barbagallo – diciamo che da questo momento non avranno più davanti un settore pubblico che mette i bastoni tra le ruote, crea ritardi e disservizi ma che opererà per garantire loro tutte le condizioni possibili per sviluppare la loro arte senza intoppi, ritardi, disguidi, omissioni. Per invogliarli a tornare in Sicilia, per far sapere agli altri che la Sicilia è il luogo ideale per fare cinema e televisione, non solo per le nostre irripetibili bellezze, ma perché le amministrazioni sono d’aiuto, come è giusto che sia”.
“Penso sia di fondamentale importanza – spiega Leoluca Orlando, presidente dell’AnciSicilia – favorire , anche attraverso l’impegno dei nostri comuni, lo sviluppo di un settore che rappresenta un potenziale e un notevole bacino occupazionale, non solo per gli artisti e per le aziende di produzione, ma anche per le maestranze e per tutti gli operatori. Questo Protocollo rappresenta un esempio innovativo di collaborazione interistituzionale di alto profilo che segna un importante passo avanti per la valorizzazione del nostro territorio e per rinnovare l’immagine all’estero della nostra Isola. La Sicilia vanta un passato glorioso e un presente lusinghiero come destinazione scelta da celebri produzioni cinematografiche italiane ed estere per la ricca offerta di scorci di panorama inesplorati o rinomate location da sempre meta di visitatori da tutto il mondo. Per questi motivi ritengo utile offrire il sostegno delle amministrazioni comunali alle produzioni di lungometraggi o serie televisive che potranno trasformarsi in un efficacissimo veicolo per una promozione innovativa dell’immagine della Sicilia”.
“La forza di un territorio – aggiunge Alessandro Rais, direttore della Sicilia Film Commission – oltre che nelle sue risorse professionali e paesaggistiche, sta anche nella capacità di fare sistema fra le amministrazioni pubbliche e i soggetti della filiera dell’audiovisivo. Questo protocollo d’intesa fa compiere un passo avanti importante all’azione intrapresa da anni con importanti risultati dalla Sicilia Film Commission e sono convinto che questa nuova sinergia con i Comuni siciliani ne faciliterà il lavoro, moltiplicando le possibilità di sviluppo del settore”.

CONDIVIDI