CecalSrl

Sono stati effettuati in questi giorni controlli ispettivi igienico sanitari , a tutela della salute pubblica, da parte del personale di vigilanza del dipartimento di prevenzione dell’Asp di Palermo, distretti di Petralia Sottana e servizio igiene degli alimenti provinciale, su due ditte di Gangi che trattano acqua potabile proveniente dall’acquedotto comunale per rivederla in contenitori e sfusa, fra cui acqua gassata.
I controlli , oltre a far parte di un programma di controllo sulle acque potabili, si sono resi necessari in seguito al fatto che a Gangi la distribuzione dell’acqua era sospesa per uso potabile, poiche’ i valori di qualche parametro riguardante i metalli presenti nell’acqua, erano oltre i limiti.
Alle due ditte sono state riscontrate carenze igienico sanitarie , assenza di tracciabilita’ e applicate sanzioni amministrative. Sospesa l’erogazione, anche in attesa delle analisi di campioni prelevati. In una delle due , che vendeva altri prodotti alimentari, fra cui vino imbottigliato, senza i necessari requisiti, e’ stato effettuato un sequestro preventivo da parte degli organi di Vigilanza, con comunicazione all ‘Autorita’ Giudiziaria.
L’attivita’ di trattamento delle acque potabili per essere rivendute, rimane un settore molto critico e delicato, che la legge consente, ma con tutti gli accorgimenti di autocontrollo sanitario, differenziando la vendita sfusa dalla messa in contenitori e bottiglie(autorizzazione), compreso i distributori presenti nei bar, che necessitano in ogni caso, di comunicazione all’Ufficio di Igiene competente per territorio e una buona gestione nel manuale Haccp.

CONDIVIDI