CecalSrl

È stata lanciata ufficialmente “Tracity”, una nuova applicazione gratuita per il sistema operativo Android, che fornisce informazioni multimediali sui luoghi d’interesse, l’enogastronomia, le tradizioni e le curiosità di Geraci Siculo.
A sviluppare l’app per il borgo più bello d’Italia, il team “Trasyvo”, in collaborazione con la rappresentativa locale dell’associazione culturale Iniziativa Territoriale, e con Giacomo Salmeri, curatore del portale internet www.hyeracijproject.it, dedicato alla promozione e alla divulgazione delle tradizioni geracesi.
L’applicazione, sviluppata in contemporanea anche per altri comuni siciliani, è scaricabile dal Play Store ufficiale Android oppure direttamente cliccando al link https://play.google.com/store/apps/details?id=com.indio.tracity.
“Viaggia. Scopri. Emozionati”, è il motto del progetto, presentato attraverso un accattivante video su Facebook. Tramite l’applicazione, fornita di audio guida, l’utente sarà anche aggiornato sugli eventi organizzati nel comune e potrà condividere simpatiche postcard (cartoline) con gli amici.
“La nostra mission – ci dice Gaetano Avellone, fouder di Tracity – è quella di creare la prima piattaforma integrata siciliana. La Sicilia merita che tutti in maniera semplice la conoscano e s’innamorino delle sue bellezze. L’obiettivo è rendere “smart” le nostre città, attualizzando il loro passato nel presente, attraverso le innovazioni del futuro”.
logo Giacomo (1)
Far entrare i comuni nel network di Tracity è facilissimo. “Basta firmare la petizione on line – continua Avellone – promossa dagli Amministratori locali o da qualsiasi cittadino interessato. Raggiunto il numero fissato, il comune viene sbloccato ed il team inizia lo sviluppo. Per sbloccare i comuni si può firmare il modulo raggiungibile all’indirizzo http://www.trasyvo.com/join.php”.
Soddisfatto anche Giacomo Salmeri, responsabile di “Hyeracijproject”, e da anni presente sui social media con l’obiettivo ambizioso di far conoscere e pubblicizzare tutto ciò che riguarda Geraci. “Sono grato a chi mi ha coinvolto nel progetto – ci dice Salmeri – e felice di farne parte, poiché lo reputo in linea con la mission di pubblicizzare Geraci e di far fruire a tutti la sua storia, le sue tradizioni e le sue peculiarità. Stiamo già programmando con i partner del progetto i futuri aggiornamenti dell’app e invitiamo tutti coloro che fossero interessati a collaborare, per rendere ancora più conosciuto il nome di Geraci”.
Antonio Anatra

CONDIVIDI