CecalSrl

Momenti di paura in un distributore di benzina Agip, in via Falcone e Borsellino, nei pressi dello svincolo autostradale di Termini Imerese. I rapinatori sparano due colpi di pistola. Intorno alle 6:30 tre rapinatori, ( due uomini ed una donna) giunti da Palermo a bordo di una Hunday, hanno assaltato l’impianto, cogliendo di sorpresa gli impiegati. Un benzinaio è rimasto ferito alla nuca. Si tratta di un dipendente trentaseienne di Termini Imerese, sposato, con un figlio. I rapinatori sono entrati in azione a volto scoperto. Gli hanno intimato di consegnare i soldi ed i gratta e vinci che si trovavano all’interno della ricevitoria. L’impiegato però ha reagito ed i malviventi hanno sparato. Due colpi di pistola che fortunatamente non hanno preso il bersaglio. Durante la colluttazione, il coraggioso benzinaio ha preso l’estintore che si trovava accanto ad una delle pompe di benzina e lo ha lanciato addosso ad uno dei rapinatori. L’altro uomo é intervenuto ferendo con un coltello il dipendente Agip. Un taglio netto alla nuca. Fortunatamente non é in pericolo di vita. I rapinatori poi, vedendo che la situazione si stava compromettendo hanno deciso di lasciar perdere e fuggire via, per poi dileguarsi con l’autovettura imboccando le vie di Termini Imerese. La vittima è stata medicata sul posto e ha avvisato subito i carabinieri della compagnia di Termini Imerese. All’impianto Agip è anche arrivata un’ambulanza del 118 e l’impiegato è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale Salvatore Cimino. I sanitari hanno suturato la nuca. Tre i punti di sutura per il trentaseienne. Per i rapinatori invece, nessun bottino ma solo le sbarre del carcere. I tre infatti, sono stati arrestati dai carabinieri dopo una lunga caccia all’uomo durata circa sette ore. Per tutta la mattinata sono state impegnate diverse gazzelle.
Scattato l’allarme, sono prontamente intervenuti i carabinieri della Radiomobile, della Stazione e del Nucleo Operativo che in pochi minuti hanno ritrovato la Hunday abbandonata a circa un chilometro dal distributore. Poi, tra le campagne di Rocca Rossa hanno fermato uno dei rapinatori assieme alla donna. Il terzo componente del gruppo di palermitani si è dato alla fuga nelle campagne sotto il ponte Sicilia. Preso anche quest’ultimo attorno alle 13.

13516392_979119938853066_5224547754240759552_n 13501713_979119932186400_5727486393307506365_n

13438856_979119955519731_6409242991414749277_n

Questi i nomi ed i volti dei presunti rapinatori. Con l’accusa di tentata rapina agli arresti sono finiti: Antonino Guagliardo, Vincenzo Ferrante, Angela Cardinale, rispettivamente dell’82, del 95 e dell’anno 80.
L’operazione è della Compagnia dei Carabinieri di Termini Imerese

Francesca Giunta

CONDIVIDI