CecalSrl

“Dai 350 ai 700 euro, è questa la somma che bisogna esser disposti a sborsare per un volo in partenza dalla Sicilia per Milano della durata di 1 ora e 55 minuti in classe economy”.
Così si legge in una nota di Codici, centro per i diritti del cittadino, che sottolinea come “in questi giorni sono giunte all’associazione diverse segnalazioni da parte di cittadini siciliani che denunciavano l’impossibilità di raggiungere il nord Italia, ed in particolare la città di Milano, a causa dei prezzi alle stelle praticati dalle compagnie aeree”.
Secondo l’avvocato Zammataro, presidente di Codici Sicilia “la cosa davvero scandalosa è che in questo periodo in alcuni casi si arriva alla situazione paradossale per cui costa meno raggiungere in volo Tokyo da Roma che non Milano da Catania considerato che, da una simulazione effettuata dall’associazione a titolo meramente esemplificativo su un noto motore di ricerca di viaggi, è emerso che un biglietto andata e ritorno per la capitale giapponese costa 544,00 euro a fronte dei 603,00 euro necessari per raggiungere invece Milano da Catania”.
“Tutto questo è inaccettabile se si pensa che a farne le spese sono i tanti siciliani che costretti a recarsi a Milano per questioni di lavoro o peggio ancora di salute. Francamente è inaccettabile che nel 2016 possa verificarsi che un cittadino sia obbligato a posticipare una visita medica a causa dei prezzi folli praticati in alcuni periodi dalle compagnie aeree”.
“Partire (soprattutto se per motivi di salute e non di mera vacanza) non può essere considerato un lusso per pochi. Vorremmo capire come sia possibile ciò e per questo stiamo predisponendo un esposto che inoltreremo all’Enac e all’Autorità Antitrust per chiedere di aprire un’ indagine volta ad accertare e punire eventuali comportamenti scorretti posti in essere in danno degli utenti del trasporto aereo”.

Fonte: siciliapress.com

CONDIVIDI