CecalSrl

Sono offeso perché le uniche dimissioni dalla carica di assessore del comune di Castellana Sicula che non hanno innescato una vibrata richiesta di dimissioni al Sindaco sono le mie. Eppure sono state evidenziate da articoli sulla stampa online Madonita e sul Verbo Siciliano il Giornale di Sicilia. I consiglieri Comunali non se ne sono accorti o meglio hanno deciso che “si scornino tra loro”, anche il PD per mano del suo coordinatore di circolo aveva scritto un documento che però su consiglio di qualcuno non è stato pubblicato.
E no cari consiglieri non ci sto, sono offeso, voglio la mia razione di responsabilità non fosse altro per il fatto che sono stato io a proporre questo Sindaco nella fase di costruzione della lista, la fase più bella e creativa, che poi ha vinto le elezioni. Sarebbe stato elementare e financo politicamente corretto chiedere a gran voce le dimissioni del Sindaco quando mi sono dimesso e invece niente, il silenzio. In diversi Consigli Comunali si sollevava la mia incompatibilità con le funzioni ricoperte prima di esperto del Sindaco e poi di Assessore e quando mi dimetto non se ne parla??!!!! Bello giocare facile!
Sono offeso perché le mie sono le uniche dimissioni avvenute in Consiglio Comunale con un documento e degli allegati di cui non vi è traccia nella delibera pubblicata nel sito istituzionale del Comune.
Continuo ad essere uno sciocco ingenuo, ma è proprio perché le dimissioni sono motivate non se ne deve parlare, i consiglieri, che erano maggioranza della maggioranza eletta democraticamente ed ora sono maggioranza della minoranza e cioè summa di individualità sconnesse tra loro con l’unico obiettivo di pontificare e disquisire in Consiglio Comunale di tutto e di più abdicando al ruolo istituzionale che gli viene riconosciuto dalla legge e cioè “Il Consiglio Comunale è l’organo di indirizzo, di programmazione, di produzione normativa e di controllo politico – amministrativo, quale espressione diretta della comunità amministrata, depositario della potestà statutaria, regolamentare ed organizzatoria dell’autonomia del Comune ed è dotato di autonomia funzionale ed organizzativa”, avrebbero il dovere anzi l’obbligo di entrare nel merito delle mie dimissioni in quanto motivate da chiare disfunzioni politico-amministrative che hanno arrecato e continuano ad arrecare un danno alla comunità Castellanese.
Qualcuno nella sua concezione teatrale della vita pensa che alle elezioni del 2017 gli attori saranno gli stessi di sempre magari mettendo una gonna al posto dei pantaloni o un forestiero vergine al posto del forestiero usato, non sarà così.
Chiudo con una frase che prendo in prestito da Papa Francesco detta ieri: “Il tempo che oggi stiamo vivendo non ha bisogno di giovani-divano ma di giovani con le scarpe, meglio ancora, con gli scarponcini calzati. Accetta solo giocatori titolari, non riserve. Vi chiede di essere protagonisti della storia perché la vita è bella sempre che vogliamo viverla e lasciare un’impronta. La storia oggi ci chiede di difendere la nostra dignità e altri non decidano il nostro futuro”.
Castellana Sicula li 31 Luglio 2016

Architetto Mario Ventimiglia
ex assessore comunale

di seguito la lettera di dimissioni: DIMISSIONI