CecalSrl

E’ stata la sala nobile di palazzo Bongiorno a Gangi a ospitare la presentazione del libro “Pampini d’amuri” del poeta-scultore Santo Scarpello. Una raccolta di poesie dove, come ha detto Roberto Sottile professore di linguistica italiana dell’Università di Palermo, si sente: “L’odore delle parole di un tempo perduto, un’antica riproposizione di antichi codici di parole” .
Il libro è stato edito dal Comune di Gangi con il contributo di Costantin Nakoff. Assieme al padrone di casa, il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, hanno preso parte alla presentazione anche il noto fisarmonicista di origini gangitane Ruggiero Mascellino e l’architetto Salvatore Farinella. E’ stato lo stesso poeta Santo Scarpello a leggere alcuni versi in dialetto del suo capolavoro, molte delle poesie sono dedicate al suo paese natio: Gangi.

CONDIVIDI