CecalSrl

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di comunicare la collaborazione con la seconda edizione del Festival “Castelbuono Classica”, la kermesse che prenderà vita dal 18 al 21 agosto 2016 nella suggestiva cornice della cittadina medievale, in provincia di Palermo. Il connubio nasce con il desiderio di creare una sinergia con le associazioni musicali che promuovono la cultura musicale a Castelbuono, attraverso un’offerta di altissima qualità.
Grazie al lavoro dello staff di Castelbuono Classica e alla collaborazione con il Comune di Castelbuono, dal 18 agosto, per quattro giorni, Piazza Castello tornerà ad essere un teatro a cielo aperto pronto ad ospitare musicisti ed ensemble dal respiro internazionale. La serata del 21 agosto vedrà la chiusura della rassegna con la presenza straordinaria del Premio Oscar Nicola Piovani con il suo spettacolo “La musica è pericolosa”.

Tra gli artisti coinvolti, oltre al M°Piovani, il Duo Chitarristico Blanco-Sinacori, reduce da tournée in USA, Africa ed Europa; l’Orchestra Sinfonica Castelbuono Classica che, appena tornata da un tour in Toscana, ospiterà due solisti della Rotterdam Philharmonic Orchestra e della Hong Kong Philharmonic Orchestra, Julien Hervé e Lorenzo Antonio Iosco, entrambe al clarinetto, impegnati nella rilettura orchestrale dei due Konzertstuck op.113-114 di F.Mendelssohn Bartholdy sotto la direzione del Maestro Andrea Gasperin, gradito ritorno a Castelbuono. Tornerà in questa edizione anche il Brass ensemble di Castelbuono Classica che quest’anno ospiterà dei giovani solisti italiani già affermati in Inghilterra e Germania, Giovanni Re (Tromba) e Francesco Pietralunga (Trombone) sotto la direzione del Maestro Michele Gerardi.
Lungo il solco dello scorso anno cammina anche il tracciato che vede Castelbuono Classica impegnata nella valorizzazione dei talenti siciliani, tra cui la pianista castelbuonese Anna Maria Morici, vincitrice di numerosi premi nazionali ed internazionali, che eseguirà un recital pianistico il 21 agosto all’interno del Castello dei Ventimiglia; il Trio Ethos che metterà in luce alcune delle più belle personalità musicali delle Madonie ed infine i Trikòs, giovanissimi percussionisti palermitani vincitori del premio Abbado 2015 e di recente laureatisi tra i vincitori al prestigiosissimo Ibla Gran Prize.

Infine il Maestro Piovani, un artista che non ha bisogno di presentazioni, che si esibirà accompagnato dalla sua ensemble, in un percorso musicale che racconta un po’ della sua vita, dalla musica cantautoriale, e delle collaborazioni con De André ed altri, fino alla musica per il teatro, il cinema e la televisione attraverso i suoi incontri più importanti con Roberto Benigni, Federico Fellini e tanti altri.
Un programma ricco per una rassegna che guarda lontano e al futuro, ma con un occhio sempre attento alla Sicilia, ai giovani musicisti ed ai suoi compositori, in un palcoscenico architettonico di grande suggestione, oggi simbolo della convivenza e della sperimentazione tra le arti.

CONDIVIDI