CecalSrl

Al via la settima edizione del Valdemone Festival, la manifestazione internazionale di teatro di strada, nuovo circo e musica che dal 18 al 20 agosto animerà le vie di Pollina in provincia di Palermo. La manifestazione vedrà esibirsi per le vie del paesino medievale e nell’incantevole scenario del Teatro Pietra Rosa artisti di strada, giocolieri, saltimbanchi, mimi, maghi e musicisti che animeranno vari angoli del paese in una tre giorni allegra e colorata. Gli artisti quest’anno arrivano dall’Uruguay, Francia e Argentina. Una curiosità. Mr. Skip, il barbiere di piazza, darà “spettacolo” tagliando capelli, barbe e baffi a tutti in piazza Duomo.
Si partirà, come detto, giovedì 18 agosto direttamente alle 21 al Teatro Pietra Rosa.
Primo spettacolo è quello di Francesco Mirabile che tra le tecniche di circo più difficili che ci siano, numeri di acrobatica, giocoleria verticalismo ed equilibrismo in altezza si svincola questo show sorprendente ed originale dal titolo: “Lumie”.
Si procede con il concerto dell’Orchestrina Maccheroni Swing: Un’orchestrina esplosiva che passa il tempo a suonare canzoni d’altri tempi, senza tempo, a volte fuori tempo. Un repertorio di canzoni italiane e internazionali dal sapore retrò ma straripanti di energia in cui le improvvisazioni jazzistiche della voce si fondono con le atmosfere swingeggianti, latine e balcaniche di un ensemble delirante ed eclettico.
La serata si concluderà con un Dj set a cura dei Camillocromo.
Nei giorni successivi: venerdì 19 e sabato 20 agosto, dalle 17.00 si animerà il paesino con gli angoli di poesie per le vie di Pollina e gli spettacoli a piazza San Giuliano, lo spettacolo serale sarà alle 21 al Teatro Pietra Rosa.
Ci sarà Agata Leale in ‘Eterea’, con le sue bolle di sapone che da sempre richiamano al mondo dell’infanzia. Lo spettacolo offrirà al pubblico tutto lo scenario onirico e la magia che questa specie di arcobaleni tondi, effimeri e colorati riesce a creare. E si badi bene non si tratta di illusionismo ma di una magia reale. Con l’utilizzo esperto sia delle semplici mani, sia di svariati strumenti, verranno riprodotte bolle di ogni genere, anche giganti.
Claudio Montuori, con il suo spettacolo: “One tribal bird man”. Clown, musicista, fantasista, percussionista capriccioso, interprete abile, ricercatore e creatore di suoni ispirati agli elementi della terra (fuoco, aria, terra e acqua). Suona una musica ritmica, tenendo il tempo con suoni animaleschi come uccelli, rane, grilli, mucche, una sorta di gioco musicale, ed è per questo che impiega anche giocattoli musicali. Come cantante si occupa di tutte le possibilità fonetiche della voce per evocare esseri ancestrali, umani o animali. La sua performance è anche caratterizzata da dei pezzi teatrali. I testi hanno un contenuto educativo, come le favole che i nonni raccontano ai nipoti.
Sarah Georg col suo spettacolo “Aromaria”. Un piccolo spettacolo del tutto privato che incuriosisce, incanta, coinvolge e lascia un segno tangibile dell’esperienza vissuta tra ingredienti e spezie e ampolle con le più strane essenze.
Alle 21 ci si sposta al teatro Pietra Rosa per lo spettacolo serale dove si esibiranno:
EMILIANO SANCHEZ ALESSI “IN” “ho l’impressione di essere libero solo quando giro quella chiave” . Solo in quel momento posso dire; ”non sono io al chiuso ma gli altri.” Spettacolo di manipolazione di oggetti e clown gestuale in cui il pubblico sarà un protagonista in più. Un gioco intorno all’ idea di essere fuori o dentro…questo dipende di te.
FERNANDO POSE “QUIEN ES QUIEN?”
Si chiama Juan ed è una maschera del teatro che ha la stessa età della tappezzeria del teatro Price di Barcellona. Dal momento in cui il teatro chiude, lascia, lungo “Las Ramblas” uno stolo infinito di artisti senza lavoro, tra questi anche Fernando Pose. Juan e Fernando si incontrarono a Barcellona o a Madrid o in nessuno dei due posti. Sta di fatto che da allora Fernando e il suo alterego Juan lavorano insieme. Uno spettacolo di giocoleria (con palline da rimbalzo), trasformismo e magia comica che vi sorprenderà sin dall’inizio!
DUO KAOS “TIME TO LOOP” – serale al teatro Pietra Rosa –
Spettacolo di circo contemporaneo che unisce con grande eleganza le discipline del mano a mano, manipolazione di ruote e bicicletta acrobatica. Una storia di movimento, trasformazione e amore. Lasciarsi per poi incontrarsi in una ciclicità di emozioni. Fine e poetico “Time to Loop” ci trasporterà in un mondo immaginario.
CIE SOLTA “APESAR” – compagnia di punta che arriva dall’Uruguai serale al teatro Pietra Rosa
Solta è una compagnia di circo franco-brasiliano nata dall’incontro tra Alluana Ribeiro e Tom Prôneur. E’ un spettacolo di circo che ha come soggetto il vivere insieme, “malgrado” tutto. Sulla scena due personaggi, incarnano una vecchia coppia. Vivono soli, insieme da tanto tempo attaccati al compromesso di vivere insieme. Non hanno contatti col mondo esterno e hanno creato un mondo tutto loro, dove la realtà e l’immaginazione si mescolino.
CAMILLOCROMO BEAT BAND
Camillocromo Beat Band è un nuovo progetto di ElectroSwing e Vintage Beat che coinvolge i Camillocromo, funanmbolica Orchestra Circense, Ghiaccioli e Branzini, uno dei migliori Dj e Producer italiani in ambito Nu Jazz e Piero Gesuè, Jazz Singer e Scat Man di enorme talento e di grande energia. Le sonorità Old Style dell’orchestra (Swing, New Orleans, Latin) e le linee mozzafiato della voce si fondono con le grooves e le atmosfere elettroniche dando vita ad una miscela esplosiva di grande potenza ed eleganza.
Durante i giorni del 19 e 20 agosto, per rimarcare la sua connotazione fortemente ecosostenibile sarà proiettato il documentario: “Bring the sun home” è documentario del 2013, prodotto da Sole Luna – un ponte tra le culture e finanziato da Enel Green Power, diretto da Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, con musiche originali di Francesco Novara. Il film narra la storia di alcune donne analfabete del Sud America che diventano “ingegneri solari” e portano per la prima volta la luce nelle case dei loro villaggi attraverso una tecnologia pulita e all’avanguardia. Il Barefoot College, un’università indiana che da quarant’anni apre le porte ai poveri di tutto il mondo, diretta da Bunker Roy, ogni sei mesi seleziona infatti circa 40 donne, spesso nonne, provenienti da Paesi diversi, per imparare a costruire impianti solari che possano portare energia elettrica pulita nei luoghi dove abitano. Dal 2012 l’impresa italiana Enel Green Power sostiene il Barefoot College per per portare l’energia solare in zone rurali ed isolate dell’America Latina.

BIGLIETTI

1) 5 euro adulti 2 euro bambino per il primo giorno trattandosi solamente di una programmazione serale (con uno spettacolo, un concerto e un dj set),

2) 6 euro adulti 2 bambino per il giornaliero del 19 o del 20 (inizio programmazione ore 17.00)

4) 10 euro adulto 4 euro bambino per tutti e tre i giorni.

Il Festival ha una connotazione ecosostenibile per questa ragione ha stretto un partenariato con Bla Bla Car e il centro del paese durante il festival sarà chiuso al traffico veicolare, si saranno dei posteggi e delle navette che porteranno in paese gli ospiti al costo di 1 euro A/R (andata e ritorno).

CONDIVIDI