CecalSrl

Vogliamo soffermarci alla notizia data precedentemente sulla questione dei migranti di Piano Zucchi e, facendo un esame dettagliato alla notizia in merito, abbiamo costatato che la protesta indetta dai migranti per quanto riguarda la questione del vitto è una notizia infondata in quanto costatando e indagando a fondo, abbiamo scoperto che il problema della poca quantità di cibo così come affermano i migranti dopo la protesta rimane soltanto una falsità, anzi….
Pur conoscendo il territorio e conoscendo chi gestisce l’Hotel di Piano Torre e cioè la famiglia Mogavero, vien da dire che chi si adopera a tale ospitalità la esegue senza distinzione nè di pelle, nè di razza e nemmeno di simpatia,. Seguendo i principi impartiti dalla Prefettura di Palermo l’Hotel si è adeguato a fornire i pasti e l’ospitalità secondo i principi di umanità che si deve dare quando viene ospitato qualcuno e, siccome siamo abituati al Sud a dare sempre di più di quello che possiamo, così è stato fatto anche presso l’Hotel di Piano Torre, con quantità superiori alla tabella pattuita….. Pur conoscendo a capire i migranti ci si trova a contrastare con gente anche di età minore e il fatto stesso di esserlo, per loro tutto è dovuto, quindi ad essere serviti a riveriti oltre il dovuto, senza capire che già tutto questo gli è stato già concesso e l’ospitalità della terra siciliana e del territorio certo non lo si può paragonare con i paesi europei che già a priori limitano la loro presenza sul proprio territorio.
La struttura di Piano Zucchi vanta una fama invidiabile sulla ristorazione sul territorio , testimoniate dalle buone recensioni fatte e, le frasi dette o pensate dai migranti a tal proposito sulla poca quantità di cibo impartito rimane infondata e soltanto una goccia nell’oceano, così come l’alloggio dove la tranquillità regna sovrana e dove a volte non ci si ferma a guardare dietro, per capire come si era abituati precedentemente, proprio perché quando si ha già abbastanza si vuole sempre di più e non si capisce che in altri posti che già tutto questo non esiste e nemmeno si può avere . Certamente un atto dovuto per una rettifica sull’articolo precedentemente pubblicato !
Antonio David

CONDIVIDI