CecalSrl

Siamo felici dell’intraprendenza del sindaco castelbuonese nell’autocandidare il proprio Comune come capofila della SNAI, ma la Strategia deve essere un’occasione per il territorio e non per provare a tirare acqua al proprio mulino”. Lo affermano i sindaci di Geraci, Bartolo Vienna, di Petralia Soprana, Pietro Macaluso e di Pollina, Magda Culotta commentando le dichiarazioni del primo cittadino di Castelbuono, Antonio Tumminello, a seguito dell’iniziativa tenutasi il 3 settembre sulla Strategia delle Aree Interne. “Siamo d’accordo con il sindaco Tumminello – continuano i primi cittadini madoniti – sulla necessità di consolidare la coesione territoriale affinchè le Madonie possano trovare, grazie agli strumenti della Strategia, un’occasione di forza e di sviluppo per tutto il comprensorio, senza però tralasciare le volontà di ogni singola comunità. Quello che ci auguriamo – concludono i sindaci – è che il dibattito sulla governance e sui benefici che ricadranno sui nostri torritori continui, possibilmente con una partecipazione maggiore dell’ultimo incontro, dove, diversamente da quanto affermato dal sindaco Tumminello, le presenze erano esigue”.

CONDIVIDI