CecalSrl

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato di Ignazio Corrao Porta Voce e Euro Parlamentare del MoVimento 5 StelleIgnazio Corrao Porta Voce e Euro Parlamentare del MoVimento 5 Stelle e diffuso dai Grilli di Castelbuono .                                                    L’economia rurale della Sicilia è fortemente condizionata dall’inadeguatezza di strade interpoderali. Ecco perché nel nuovo PSR 2014-2020 ci sarà una misura dedicata alla viabilità rurale tra le aziende.
Si tratta della Sottomisura 4.3 – Sostegno a investimenti nell’infrastruttura necessaria allo sviluppo, all’ammodernamento e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura. Azione 1 – viabilità interaziendale e strade rurali per l’accesso ai terreni agricoli e forestali
Qual è la dotazione finanziaria?
La dotazione finanziaria pubblica per la sottomisura 4.3 azione 1 per l’intero periodo di programmazione è di € 76.000.000,00; di tale dotazione lo 0.15 pari a 11.400.000,00 euro è riservato al settore forestale.
Qual è l’obiettivo del bando?
Il potenziamento delle infrastrutture viarie a servizio di una pluralità di aziende. Le infrastrutture stradali previste dal bando saranno a servizio di comprensori rurali formati dai fondi di aziende agricole non servite da altre strade e si fermeranno alle porte dell’azienda, cioè al confine del fondo dell’azienda.
L’investimento interessa la costruzione ex-novo e/o la ristrutturazione di strade che, partendo da una strada pubblica in funzione si sviluppano senza soluzione di continuità lungo un unico asse; è ammessa altresì la realizzazione di bracci che dipartendosi dal costruendo unico asse principale raggiungono le porte delle aziende associate da servire.
Non sono ammesse a finanziamento la costruzione ex novo e la ristrutturazione di eventuali tratti che si sviluppano all’interno di aziende.
Chi sono i beneficiari?
Sono ammessi ad usufruire del regime di aiuti:
– Gli agricoltori e/o i silvicoltori associati che al momento della presentazione della domanda siano costituiti giuridicamente nei modi di legge in associazione con apposito atto, da cui si evince che fra gli scopi sociali connessi all’attività agricola/silvicola dei soci vi siano quelli della costruzione, ammodernamento, ristrutturazione e recupero, manutenzione di strade interaziendali agro-silvo-pastorali, pena l’inammissibilità della domanda.
– Gli enti pubblici, i comuni anche consorziati tra di loro e l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea.
In cosa consiste il finanziamento?
Per la realizzazione delle opere oggetto del presente bando è previsto:
– per gli agricoltori associati un aiuto in conto capitale nella misura massima, sulla spesa ritenuta ammissibile, del 90%;
– per gli Enti Pubblici un aiuto in conto capitale pari al 100% sulla spesa ritenuta ammissibile
Quali sono i costi ammissibili?
Sono ammessi i seguenti interventi:
– costruzione, acquisizione, sistemazione di terreni, lavori di scavi e riporti e di stabilizzazione delle terre per la realizzazione del corpo stradale;
– lavori relativi alla costruzione e/o ristrutturazione delle sovrastrutture stradali, opere di difesa e di presidio, opere di attraversamento stradale delle acque superficiali e di infiltrazione (drenaggi);
– opere di messa in sicurezza, di finitura ed ogni altra opera necessaria per ottenere la piena e completa funzionalità della strada da realizzare e/o da ristrutturare (quali: piantumazione ai bordi della strada con essenze vegetali tipiche dei luoghi interessati, la fornitura e messa in opera di barriera metallica di protezione lungo lo sviluppo della sede viaria nei punti più pericolosi per la circolazione veicolare, la fornitura e l’apposizione di segnaletica orizzontale e verticale).
L’acquisizione dei terreni sarà ammissibile a finanziamento esclusivamente per le proprietà private se strettamente necessaria alla realizzazione degli investimenti.
Quali spese non sono coperte dal sostegno?
Non sono ammissibili le spese per:
– le opere di manutenzione ordinaria;
– la realizzazione di opere in economia.
L’IVA, che puo’ essere in qualche modo recuperata, anche con sistemi forfettari, non puo’ essere considerata spesa ammissibile anche se non è effettivamente recuperata dal beneficiario.
Quando scade il bando?
Le domande di finanziamento potranno essere caricate dal 1 novembre 2016 fino al 20 dicembre 2016.  

Per maggiori informazioni
Qui il bando completo http://www.psrsicilia.it/Allegati/Bandi/Misura4/Bando%20misura%204.3%20azione%201_.pdf

E qui le disposizioni attuative
http://www.psrsicilia.it/Allegati/Bandi/Misura4/4.3.1%20disposizioni%20attuative.pdf

CONDIVIDI