CecalSrl

Sarà erogata acqua naturalizzata e certificata. Risparmio per le famiglie
Appuntamento sabato 22 ottobre 2016 alle ore 17

Meno costi, più risparmi e più comodità per le famiglie; meno inquinamento, meno trasporti e meno CO2 nell’aria per l’ambiente; più controlli, più igiene e più sicurezza per la salute. Sono questi i benefici per coloro i quali dai prossimi giorni potranno avere l’opportunità di utilizzare l’Ecofontana pubblica realizzata dall’Amministrazione comunale grazie alla Water Project 2G di San Cataldo (Caltanissetta).

I cittadini a soli 5 centesimi al litro potranno erogare acqua naturale ambiente, naturale fresca e frizzante fresca utilizzando bottiglie di vetro o boccioni. Si può pagare in contanti, oppure acquistare un’apposita card ricaricabile al prezzo di 5 euro con 100 litri di acqua precaricata.

L’Ecofontana si trova in un’area concessa dall’Amministrazione comunale, accanto all’ingresso del Parco delle Rimembranze, dove sabato 22 ottobre 2016 alle ore 17, alla presenza delle autorità, dei rappresentanti della ditta costruttrice e della comunità intera sarà inaugurata ed entrerà da subito in funzione.

Il sindaco Antonio Tumminello: «Attraverso questo progetto, a costo zero per le nostre casse, il Comune ha potuto realizzare l’installazione di un’Ecofontana per l’erogazione di acqua pubblica naturalizzata e certificata, con un notevole risparmio per le nostre famiglie. Inoltre grazie a questo servizio si potranno riutilizzare le bottiglie di vetro per l’approvvigionamento dell’acqua sia naturale che frizzante contribuendo alla riduzione di bottiglie di plastica, e dunque a rispettare l’ambiente».

Il responsabile della Water Project 2G, Giuseppe Graci: «La Water Project 2G opera nel settore trattamento acquada oltre 20 anni, in risposta ad uno dei principali problemi odierni: la salvaguardia dell’ambiente. Il know-how acquisito con esperienza da parte di alcuni fondatori dell`azienda, ci permette di soddisfare tutte le esigenze del ramo. Il risultato ci viene dato dalla vasta clientela acquisita su tutta la Regione Sicilia».

CONDIVIDI