CecalSrl

Impossibile cancellare dalle pagine di storia i gesti eroici dei nostri connazionali che hanno dato la vita per donarci la liberazione. Grandi e piccini, ricorderanno perennemente il sacrificio di tutti coloro i quali, sia in Italia che oltralpe, senza ripensamenti, si sono battuti per contribuire a rendere l’Italia libera e solidale.
Un evento, quello organizzato in concomitanza della “Festa dei Morti” in Sicilia, una ricorrenza molto sentita, risalente al X secolo, che viene celebrata il 2 novembre per commemorare i defunti. Si narra che anticamente nella notte tra l’1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita portando ai bambini dei doni.
Così anche la Federazione dei Monti Nebrodi e Madonie dell’Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti decorati al Valore Militare, nelle persone del Presidente Primo Mar. LGT (ris) Cav. Calogero Donato, dei Soci Cav. Dr. Antonino Smiroldo, Cav. Dr. Salvatore Vassallo e della Segretaria della Federazione Donna Gesualda Torna Imbene ha voluto glorificare la memoria dei defunti caduti in tutte le guerre partecipando alla Santa Messa in loro ricordo.
Come ogni anno ci ritroviamo, nella solennità di questa ricorrenza, in un luogo di memoria che racchiude un senso profondo di condivisione – sostiene il Socio Salvatore Vassallo – E’ qui che rendiamo il nostro tributo alle donne e agli uomini che hanno perso la loro vita nel nome della Patria. Per una terra che hanno saputo amare, onorare, difendere. Per un ideale in cui credevano. O, tragicamente, perché vittime incolpevoli di politiche belliciste, capaci di distruggere al fronte, su un campo di battaglia, il futuro del loro stesso popolo.
La Commemorazione del luogo della Memoria di ogni singolo Soldato Caduto è la testimonianza storica della loro vita che appartiene ad ogni Famiglia come percezione tangibile che la loro storia è nella storia dell’Unità d’Italia – dichiara il Socio Antonino Smiroldo.
Calogero Donato, Presidente della Federazione, definisce i caduti “Eroi sempre vivi nel ricordo”, in quanto in ognuno di noi resterà sempre attuale la memoria di un congiunto che ci ha lasciato in qui tragici eventi bellici e che oggi tutti commemoriamo.

foto, da sinistra: Alda Tornabene, Calogero Donato, Salvatore Vassallo, Antonino Smiroldo

CONDIVIDI