CecalSrl

Al via la semifinale, sessanta le finaliste provenienti da tutta l’isola. Il sindaco Giunta: “Primo passo per la ricostruzione del nuovo indotto turistico-culturale”.
L’appuntamento è in Piazza Duomo, domani alle ore 21.00.
«Lo show della bellezza siciliana, che coniuga moda, arte e spettacolo, valorizza il nostro territorio – afferma il Patron Mario Privitera, ideatore e organizzatore del concorso -. Con dedizione e impegno seguo personalmente tutto l’iter dell’evento, ho disegnato anche le scenografie, realizzando un gioco di luci e colori ed ho scelto con cura cast artistico e staff tecnico», continua Privitera».
L’evento è patrocinato dall’Assessorato Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana e dal Comune di Termini Imerese, prodotto da PMS Grandi Eventi, in collaborazione con l’associazione culturale termitana “Il Faro”.
Un programma stilato nel dettaglio quello della semifinale, nel prospetto sarà allestita, la “Fiera del Sole”, dedicata all’artigianato, alla gastronomia, all’arte e alle tradizioni della nostra Isola.
La fiera ha aperto i battenti oggi con chiusura alle ore 24, stesso orario per sabato 29 luglio e domenica 30 luglio. Si potrà passeggiare tra gli stand, per fare shopping, mentre artisti locali intratterranno il pubblico con momenti di animazione.
Le aspiranti miss prima di giungere in passerella, saranno protagoniste di uno shooting fotografico, per le suggestive vie del centro di Termini Imerese. A presentare la serata due conduttori, Antonello Musumeci ed Anna Teresi, sul palco sfilerà la bellezza siciliana, che si alternerà a momenti dedicati alla musica, moda e spettacolo, con personaggi d’eccellenza.
Due i momenti di defilè per le aspiranti miss, uscita in costume e in abiti casual. La direzione artistica è affidata a Maurizio Conigliaro, coordinata dallo stesso Patron del concorso mentre il dj set è di Giorgia Lo Bianco; il make up è a cura di Manuela Ursino, hair stylist Benny Miranna. A sfilare, fuori concorso i bambini di Elitè Star e Lady Nobless di Art Nobless. Le ragazze saranno giudicate da una commissione composta da professionisti del settore, alla kermesse sarà presente anche una delegazione del Parlamento della Legalità con il presidente Nicolò Mannino e Daniela Crociata, numerose autorità locali, regionali e personaggi internazionali.
Per il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, «l’evento rappresenta un primo passo per la ricostruzione del nuovo indotto turistico-culturale e per rilanciare la città verso nuove prospettive legate a nuove formule d’impresa che possano contribuire alla rinascita di Termini Imerese, grazie alla rivalorizzazione dei beni architettonici e naturalistici che sovrabbondano all’interno e all’esterno della nostra amata città che si affaccia sul mar Mediterraneo – ha aggiunto il primo cittadino -, nel promuovere nuove formule di investimento per la riconversione del nostro territorio, aprendo nuove prospettive ai giovani che vogliono investire nella parola “lavoro”, grazie all’elemento che ha portato avanti la mia campagna elettorale mettendo davanti ad ogni cosa la famosa “C” di Cultura».
«Quale presidente dell’associazione “Il Faro” voglio spendermi in prima persona per la mia città offrendo nuove opportunità ai giovani che vogliono collaborare attivamente per rendere grande questo evento in questo contesto in cui viviamo – ha aggiunto Antonino Calderone -. Per molto tempo mi sono chiesto quali potessero essere le nuove formule di investimento per costruire un futuro e lanciare un messaggio di speranza per le future generazioni. La nascita dell’associazione “Il Faro” da vita a nuove formule di produttività individuale e collettiva per rendere visibile l’immenso patrimonio artistico e culturale che abbonda nella città. Pertanto, trovandoci in opinione e in linea con il messaggio culturale lanciato da questa amministrazione, si è ritenuta necessaria la nostra scesa in campo con tutte le forze messe in atto dal Comune, dalla Regione e da Mario Privitera che ci ha consentito grazie alla PMS Grandi Eventi di portare lo spettacolo nella nostra città – ha concluso il presidente dell’associazione “Il Faro” -. Voglio ringraziare per l’elemento culturale che ci unisce e per l’amore della città, il sindaco Francesco Giunta, gli assessori, i consiglieri che hanno aperto la loro porta con grande disponibilità e senso civico. Ringrazio altresì i membri della mia associazione Michele Longo, Giovanni Battista Calderone, Massimo Castro, Sabatino Ferraloro, Sergio Merlino D’Amore, Giovanna Consoli e Luca Lucchese».