CecalSrl

Gli amministratori dell’Unione delle Madonie chiedono un incontro urgente al presidente della Regione Nello Musumeci per discutere della viabilità dell’intero comprensorio che è al collasso. Una situazione che continua ad aggravarsi, a causa della totale assenza di manutenzione ordinaria, compromettendo qualsiasi prospettiva di sviluppo economico del territorio e mettendo a repentaglio anche la salute dei residenti che incontrano notevoli difficoltà a raggiungere i presidi ospedalieri.

La missiva firmata dal presidente dell’Unione Pietro Macaluso, dai sindaci e dai presidenti dei consigli comunali di tutti i comuni del comprensorio madonita, oltre che al presidente Musumeci, è anche indirizzata all’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone, al presidente della Città Metropolitana di Palermo Leoluca Orlando e al capo compartimento ANAS Valerio Mele.

Non si può più attendere scrivono gli amministratori anche perché i Comuni, cogliendo le opportunità offerte dagli strumenti di programmazione dei fondi comunitari e dalla SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne), stanno cercando di attuare delle politiche volte a soddisfare e assicurare, attraverso una pianificazione organica e coerente, il miglioramento delle condizioni socio-economiche del territorio e in questo senso una viabilità adeguata è condizione imprescindibile.

Solo attraverso il miglioramento della viabilità locale si potranno creare i presupposti per lo sviluppo e il riscatto di un territorio da anni relegato in una condizione di estrema marginalità.

“La richiesta d’incontro – afferma il presidente dell’Unione Pietro Macaluso – nasce anche dall’esigenza di pianificare gli opportuni interventi tenendo anche conto che già apposite risorse sono state destinate dalla SNAI alla viabilità minore e che a causa di intollerabili ritardi di natura burocratica non si è dato corso agli interventi programmati.”