CecalSrl

Innovazione e sperimentazione all’Istituto Alberghiero di Castellana Sicula

“FRONT OFFICE”

Sabato 27 gennaio, presso l’I.P.S.E.O.A. di Castellana si è svolto l’OPEN DAY 2018, una giornata ricca di novità con la presentazione della nuova idea innovativa dell’Istituto: “FRONT OFFICE” (ufficio davanti), progetto finalizzato alla gestione dell’interazione con il cliente.

La nuova struttura organizzativa, coordinata dalla prof.ssa Valentina Vitellaro (docente di laboratorio di servizi di accoglienza turistica), consentirà di svolgere funzioni di interfaccia privilegiata con il pubblico, di accoglienza e assistenza diretta al cliente come ricevimento, portineria, segreteria e cassa unificati in un unico grande reparto, detto front office.

Questo reparto (collocato nella hall degli alberghi), rende possibile lo svolgimento di tutte le operazioni relative al ricevimento e alla registrazione del cliente (check in), all’assistenza per tutta la durata del soggiorno (live in), partenza e pagamento del conto (check out).

Il front office e il back desk costituiscono sistemi di informazione dedicati alla relazione diretta con il cliente ed alla gestione propria dell’azienda:

area dell’informazione e della prestazione
area dell’ascolto e della verifica con indagini di customer satisfaction (soddisfazione del cliente).
area dell’organizzazione: promozione di sistemi di interconnessione telematica, coordinamento delle reti civiche, sviluppo della comunicazione intra-istituzionale e inter-istituzionale.
L’Istituto Alberghiero di Castellana dispone attualmente di un front office, grazie al quale si concretizzeranno esperienze di servizio e di lavoro professione di “Accoglienza e ospitalità alberghiera”.

Gli studenti e le studentesse svolgeranno ruoli operativi di elaborazione di informazioni e risposte, monitoraggio, utilizzo di strumenti e modulistica e ruoli relazionali, esercitando competenze quali: capacità di ascolto, orientamento all’utente, atteggiamento di accoglienza, capacità espressive e di linguaggio.

Un notevole passo avanti nel miglioramento e nella qualità dei servizi e dell’offerta formativa dell’Istituto che nel panorama scolastico territoriale si pone come punto di forza per l’orientamento e le scelte professionali, garantendo ambite prospettive lavorative e sbocchi occupazionali.

Numerosa e attenta la partecipazione di studenti e famiglie nel corso del pomeriggio dell’Open Day; tutti hanno avuto modo di apprezzare il “mondo” dell’Istituto Alberghiero: i laboratori e le attività realizzate con creatività e coinvolgimento degli studenti, appassionati nello svolgimento delle esercitazioni professionali.

L’orientamento scolastico è stato curato dal fiduciario dell’Istituto prof. Onofrio Conti e dai docenti Anna Maria Giacomarra e Salvatore Cuccia, mentre per l’area di indirizzo dai proff.: Salvatore Fustaino, Antonino Siragusa, Ferraro Gandolfo, Gioacchino Conoscenti.

A fare gli onori di “casa” anche il sindaco di Castellana, Francesco Calderaro, con gli alunni del triennio che, protagonisti indiscussi, hanno allestito i tavoli (abbelliti con sculture vegetali fornite dal prof. di Cucina Marchese Mario) e preparato sfiziosi piatti dolci e salati:

choux con cioccolato e crema, tartellette, crêpes flambé, barchette con crema e frutta, cannoli, testa di turco, mousse; vol au vent, quiche, sfincione, arancinette, couscous, panelle, mousse.

Al termine del percorso di studio, in base alla qualifica già posseduta, nell’Istituto Alberghiero si potrà conseguire il diploma di:

Tecnico dei servizi ristorazione (settore cucina)
Tecnico dei servizi ristorazione (settore bar)
Tecnico dei servizi turistici
L’arte della gastronomia e la cultura dell’alimentazione hanno notevole valore storico e letterario con significative testimonianze, quali: la figura del “Monsù” (appellativo dato anticamente ai cuochi professionisti), introdotta nel romanzo

“Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa o nel romanzo “I Vicerè” di De Roberto;

l’ultimo Monsù di Sicilia, Mario Lo Menzo che ha svolto la sua carriera per 50 anni al servizio della Famiglia dei Conti Tasca D’Almerita ed ha definito il “testamento enogastronomico del Mediterraneo”; Pellegrino Artusi critico letterario ed il grande Gualtiero Marchesi (recentemente scomparso), lo chef italiano più conosciuto nel mondo, considerato fondatore della “nuova cucina italiana” e con “Oltre il fornello…” colui che ha posto la cucina italiana tra le più importanti nel mondo.

L’Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera di Castellana aspira al potenziamento delle risorse ed investe sull’erogazione all’utenza di un servizio di qualità, in un settore professionale ed in un ambito lavorativo di particolare rilevanza in considerazione delle attuali consuetudini, tendenze e richieste nel mercato del lavoro.

Mimma Di Figlia