CecalSrl

Secondo i medici si tratta di una manovra che va evitata. Ecco perchè
Soffocare uno starnuto stringendo il naso e chiudendo la bocca puo’ essere buona educazione, ma puo’ anche causare gravi danni. E’ stato cosi’ per un uomo di 34 anni che ha subito la rottura della gola mentre cercava di fermare uno starnuto molto forte. Senza alcuna via di sfogo, lo starnuto ha creato una pressione che ha lacerato i tessuti molli. A documentare il caso e’ stato un gruppo di medici dello University Hospital of Leicester, nel Regno Unito, in uno studio pubblicato sulla rivista BMJ Case Reports. Sebbene si e’ trattato di un caso raro e inusuale, secondo i medici e’ importante che le persone siano consapevoli del pericolo. Il povero malcapitato ha dichiarato di aver sentito come un'”esplosione” nel suo collo e ha subito iniziato a provare dolore e difficolta’ a deglutire e parlare. Quando i medici lo hanno visitato hanno osservato che le aree intorno alla gola e al collo erano gonfie e indolenzite. Una radiografia ha poi mostrato l’aria che fuoriusciva dalla sua trachea nel tessuto molle del suo collo attraverso la rottura. L’uomo e’ stato costretto a nutrirsi tramite un tubo per i successivi sette giorni, il tempo necessario per far guarire i tessuti. Dopo aver trascorso una settimana in ospedale, l’uomo e’ stato dimesso e ha recuperato completamente. “Fermare uno starnuto bloccando le narici e la bocca e’ una manovra pericolosa e dovrebbe essere evitata”; hanno detto gli specialisti britannici. Ma gli starnuti possono diffondere anche malattie, quindi, secondo gli esperti, anche se e’ bene “lasciarli uscire” bisogna assicurarsi di avere un fazzoletto davanti