CecalSrl

Il nuovo Consiglio di Amministrazione del GAL ISC MADONIE, nominato dall’Assemblea dei
soci del 26/01/2018, si è ufficialmente insediato l’8/02/2018. Fanno parte del nuovo CdA i seguenti
cinque componenti di parte pubblica e sei componenti di parte privata:
‐ Domenico Porretto (Sindaco di Montemaggiore Belsito)
‐ Santo Inguaggiato (Vice Sindaco di Petralia Sottana)
‐ Angelo Conti (Sindaco di Valledolmo)
‐ Giuseppe Costanza Gaglio (Consigliere comunale di Lascari)
‐ Antonino Mancuso Fuoco (Consigliere comunale di Nicosia)
‐ Davide Bellavia (Associazione Rosamarina Lake)
‐ Croce Salvatore Scelfo (B.C.C. S. Giuseppe di Petralia Sottana)
‐ Vincenzo Geloso (Associazione Sicily Tourist Club)
‐ Laura Di Garbo (Consorzio Agrituristico Le Terre di Mezzo Madonie)
‐ Nicola Blando (B.C.C. Mutuo Soccorso di Gangi)
‐ Enza Pisa (FLAI CGIL Palermo)
Nella seduta di insediamento, sono stati eletti all’unanimità
‐ Santo Inguaggiato – Presidente
‐ Enza Pisa – Vice Presidente.
Santo Inguaggiato, già docente negli istituti di istruzione secondaria, dirigente sindacale con
incarichi di primo piano nella Cgil a livello regionale e nazionale, in particolare nei settori scuola,
università, ricerca e mercato del lavoro. E’stato Presidente dell’ Organismo Bilaterale
Confindustria-Sindacati Cgil-Cisl-Uil Sicilia e componente il Consiglio Nazionale P.I. dal ‘ 97 al
2007, anno in cui è stato eletto per due mandati consecutivi sindaco di Petralia Sottana dove
attualmente e’ vice sindaco. Giunge al Gal con una solida esperienza e con la passione che ne ha
sempre contraddistinto l’impegno politico.
Le prime dichiarazioni del Presidente neo eletto sono state: “La nuova programmazione del GAL
accompagnerà per i prossimi anni i processi di sviluppo di uno dei territori rurali più estesi, tra
quelli nei quali si sperimenta l’Approccio L.E.A.D.E.R. in Sicilia. Quasi il 90% delle risorse del
P.A.L. saranno destinate alle imprese del territorio, nell’intento di raggiungere uno degli obiettivi
principali: la crescita dell’occupazione nei settori dell’agroalimentare, dell’artigianato, del
commercio, dei servizi turistici e della ospitalità extra alberghiera.
Un altro importante obiettivo è rappresentato dalla assoluta necessità di creare strumenti di rete
tra gli operatori. Saranno quindi sostenute cinque reti di filiera nel settore agroalimentare
(Cerealicola, Olivicola, Zootecnica, Ortofrutticola e delle Erbe officinali), una nel settore turistico
e due nel settore dell’inclusione sociale.
Ringrazio il Presidente uscente, Bartolo Vienna, e tutti i consiglieri che insieme a lui hanno avviato
la fase di concertazione e di programmazione di questo importante Piano. A noi adesso il compito
di realizzarlo con un lavoro collegiale di tutto il Consiglio, all’interno del quale sono presenti
preziose competenze ed esperienze, già individuate nelle fasi di concertazione tra i Centri Stella e le
strutture sovra territoriali, e adesso trasformate in piena disponibilità all’atto dell’ insediamento.
Ulteriore garanzia per il raggiungimento di tutti gli obiettivi sono la consolidata esperienza e la
professionalità della struttura tecnica e amministrativa del GAL.
Enza Pisa è attualmente dirigente sindacale della Flai Cgil Palermo, con delega sulla forestazione e
settore agricolo, con significative competenze ed esperienze acquisite sia nell’ ambito degli
organismi di gestione territoriali che nelle imprese sociali e nella costruzione di reti di imprese. Al
momento della sua elezione ha dichiarato: “Sono lusingata di far parte di questa compagine che
avrà la responsabilità di gestire il Gal Isc Madonie nei prossimi anni. Ci aspetta un periodo
complesso e complicato per la continua perdita di attenzione verso questo importante strumento di
programmazione territoriale, per la decurtazione delle risorse economiche e la schizofrenia delle
norme di indirizzo.
Il nuovo CdA ha al proprio interno tante competenze ed esperienze, l’auspicio è quello di essere
capaci di metterle a risorsa e valore per superare gli ostacoli descritti prima, e continuare a
sostenere e valorizzare l’enorme patrimonio materiale ed immateriale del nostro territorio