CecalSrl

Il Consigliere Comunale di Cefalù Valeria Piazza, donna da sempre impegnata in politica, aderisce alla protesta che alcune colleghe a livello regionale stanno promuovendo contro la proposta del capogruppo di Forza Italia, On. Milazzo, di presentare un DDL all’ARS sulla abrogazione della doppia preferenza di genere .
“In un periodo in cui ascoltiamo notizie sconfortanti sull’aumento della violenza sulle donne e del sostegno alle stesse, afferma Valeria Piazza, tutto ci saremmo potute aspettare fuorchè un arroccamento del brevilineo On. Milazzo.
Da donna in politica mi sento di condividere la battaglia portata avanti dall’On. Marianna Caronia e da altre donne per la difesa del diritto alla rappresentaza delle donne in politica”.
Domenica 18 febbraio 2018 presso il Ristorante NAKA in Discesa Paramuro dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00 si raccoglieranno le firme per la petizione:
La doppia preferenza di genere è uno strumento di civiltà e democrazia. Bisogna investire sulle donne per costruire una società più giusta, partendo dalla partecipazione condivisa ai processi decisionali. Non si può affermare che ci sia democrazia dove le donne non partecipano concretamente alla vita politica. Nelle istituzioni è necessario rappresentare la composizione della società, costituita da donne e uomini. Chiediamo che la legge sulla doppia preferenza di genere, la cui applicazione ha già fatto aumentare la presenza femminile nei Consigli comunali siciliani, non venga abrogata, come richiesto in un Ddl a hoc dal capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Milazzo, all’Ars.
La presenza femminile nei luoghi decisionali non è una questione di donne ma riguarda tutte e tutti; lo prevede anche la Costituzione, art. 51 Cost.,: “Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini” .
La legge sulla doppia preferenza di genere è una sfida da raccogliere per modernizzare la Sicilia e contribuire al raggiungimento della parità di genere in ogni settore.