CecalSrl

A seguito del cedimento di una porzione della cinta muraria a valle della via Circonvallazione Castello, avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 novembre 2017, l’Amministrazione comunale si è subito adoperata, non solo per inibire l’accesso all’area pericolosa, ma anche per sollecitare l’intervento del Prefetto, della Protezione Civile e del Genio Civile, che, attraverso i loro competenti uffici, hanno effettuato un sopralluogo congiunto.

A seguito dell’ulteriore sopralluogo effettuato il 23 gennaio u.s. alla presenza del dirigente comunale del III settore arch. Rosario Nicchitta, l’Ingegnere Capo dell’Ufficio del Genio civile di Palermo, rilevando la necessità di rimuovere la situazione di pericolo per la privata e pubblica incolumità, con relazione tecnica del 13 febbraio scorso, ha proposto di effettuare lavori in regime di somma urgenza.
Tempestivamente, il Dirigente generale del Dipartimento delle Infrastrutture Mobilità e Trasporti della Regione Siciliana, dott. Fulvio Bellomo, ha autorizzato l’immediato svolgimento dei lavori per un importo di € 256.000.

L’assessore alle Opere Pubbliche, Licia Fullone, ha dichiarato: «L’evento franoso ha subito destato in noi grave preoccupazione, soprattutto per la consapevolezza di non avere nel bilancio comunale i fondi necessari per i lavori di messa in sicurezza; su suggerimento dei nostri tecnici comunali, rilevando che ci fossero tutti i presupposti per un intervento di protezione civile a salvaguardia della incolumità, abbiamo fatto tutto il possibile per ottenere, in tempi veramente brevi, il finanziamento da parte dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture. Il nostro primo obiettivo è mettere in sicurezza l’area abitata, riaprendo anche il traffico veicolare, nelle ultime settimane fortemente congestionato. Riteniamo inoltre prioritario svolgere opportune indagini per prevenire ulteriori crolli della nostra storica cinta muraria cinquecentesca, e trovare i fondi per la ricostruzione del bastione crollato all’interno della Villa comunale Nicolò Palmeri».

Il sindaco Francesco Giunta ha aggiunto: «Considerata l’efficienza fin’ora mostrata dal dipartimento regionale, confidiamo nell’immediato avvio dei lavori di pronto intervento; sarà nostra cura vigilare sul procedimento e, se necessario, sollecitare i competenti uffici.
L’impegno della amministrazione non vacilla di fronte a queste gravi calamità che hanno colpito la nostra amata città. Il nostro senso di responsabilità ci porta a lavorare incessantemente per risolvere i numerosi problemi che affrontiamo ogni giorno».