CecalSrl

Leoluca Orlando , ha decretato l’avvio dei lavori di manutenzione ordinaria delle vie provinciali. Si parte, in una relativa nota, da strade su territorio di Lercara con interventi anche su strade di Carini con lavori di manutenzione ordinaria per la ripresa del piano viario; le strade dell’Area Metropolitana “Zona B”: interventi di eliminazione di dossi sulla sede stradale e rifacimento pavimentazione; la rete stradale del “Partinicese”: Lavori di spurgo pozzetti; le strade del territorio della viabilita’ dell’”Alto Corleonese”: lavori di manutenzione ordinaria e riparazione di danni e dissesti ed esecuzione di opere di cautela e miglioria; le strade del territorio della viabilità dell’Imerese: lavori di manutenzione ordinaria e riparazione di danni e dissesti ed esecuzione di opere di cautela e miglioria. Tutti gli interventi sono stati finanziati con risorse del bilancio dell’Ente.

Stabilito precedentemente, anche il crono programma per le strade delle Madonie. Saranno spesi circa undici milioni di euro della SNAI per recuperare la viabilità provinciale. La tempistica che sarà seguita è stata stabilita nel corso dell’incontro che si è tenuto tra la delegazione dell’Unione delle Madonie, l’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone e i rappresentanti della Città Metropolitana di Palermo.
Si è svolto circa un mese addietro, un tavolo tecnico convocato in seguito alla richiesta d’incontro inviata dal presidente dell’Unione dei Comuni delle Madonie, Pietro Macaluso al presidente della Regione Nello Musumeci per discutere della viabilità dell’intero comprensorio madonita già al collasso e che continua ad aggravarsi se non si interviene con urgenza considerata la totale assenza di manutenzione. Il sindaco Orlando ha confermato a seguito, il proprio ruolo di servizio delle comunita’ locali, con interventi manutentori essenziali di collegamento”. La stessa Città Metropolitana di Palermo si è anche impegnata ad anticipare le risorse per redigere gli studi geologici. Ricordiamo alcuni tratti più eclatanti (non perché le altre non sono importanti) come quella di Polizzi- Portella Colla, ove la strada chiusa al traffico è un’importante via di collegamento con Piano Battaglia lato  Polizzi e del territorio di Caltanissetta , Catania e le località di Tre Monzelli a cui la parte Orientale siciliana si associa nel periodo invernale per raggiungere le località sciistiche di Piano Battaglia. quindi interventi a cui si devono affiancare progetti importanti con valenza utile al fabbisogno parziale, visto che riprendere l’intero tratto, impiegherebbe una somma considerevole maggiore quindi, parzialmente utile per la messa in sicurezza su mezzi e persone.

Certamente il tutto è sempre relazionato alla presentazione dei progetti che devono essere pronti entro un periodo tale da, non essere dimenticati da tutti e, quanto prima si possa operare su criteri validi e permissivi per l’utilità pubblica reale e consistente di un territorio che  ha bisogno di strutture e infrastrutture in ottica generale, a partire da strade viabili e di tante altre situazioni discusse e ridiscusse su tutti i tavoli, sperando che, non rimangono soltanto voci e parole di un film già visto e rivisto !