CecalSrl

Dopo la vittoria di ieri, della Supergiovane, per tre reti a uno, inflitta ad un caparbio Finale, che ha sempre dato filo da torcere a chiunque, ecco le impressioni di Fabio Capuana: “Ieri abbiamo centrato un risultato importantissimo per l’economia di questo campionato di seconda categoria, otto punti di vantaggio sulla seconda sono un credito che ci fanno ben sperare. Non bisogna però mollare un centimetro perché penso che la vittoria di questo campionato passi dalla trasferta di sabato a Cerda, una squadra che tra le mura amiche ha sempre fatto bene, ma ancor più dallo scontro diretto che avremo in casa con il Resuttana ed il Termini, stare così avanti è senz’altro un vantaggio ma c’è ancora molto da fare”.
“A chi ha criticato la squadra in queste settimane – aggiunge – ho l’obbligo di rispondere con numeri incontrovertibili, otto punti di vantaggio sulla seconda, miglior attacco, miglior difesa e solo due reti subite in casa, senza scomodare alte metafore “ma di che cosa stiamo parlando”.
“Il merito di tutto questo – dice Capuana – è di un gruppo fantastico, una forte dirigenza ma sopra ogni cosa di un tecnico, Giuseppe Nicchitta, giovane, coraggioso e preparato! Con questa promozione, qualora si concretizzasse, sarebbe l’ottava della mia carriera calcistica, tra quelle da tecnico e dirigente, ma vi assicuro che senza l’apporto di tutte le componenti e senza i sacrifici del Presidente Genchi, di Vaccaro, Minutella, Marguglio, Cicero, Fiasconaro, Norata, Jek, Lo Varco, e l’instancabile Annamaria Cillufo, vero punto di forza e tanti altri che non me ne vorranno se non menziono, tutto questo non sarebbe una realtà!
Ancora tanto da fare ma siamo ad un passo dal traguardo, a noi non rovinare tutto!”.