CecalSrl

Ogni anno in primavera come di consuetudine nella verde collina che fa da scenario allo splendido santuario della Madonna dell’olio a Blufi(pa)la natura ci regala uno spettacolo raro e magnifico:un prato di tulipani rossi sboccia spontaneamente e in maniera magica ormai da decenni riproducendosi ogni anno nonostante venga arato e seminato e soprannominando spesso il piccolo borgo nella “piccola olanda della Siclia” .
Prima dell’ apertura dello svincolo irosa sulla pa/ct questa distesa di tulipani era conosciuta soltando dai residenti dei paesi limitrofi e dai tanti pellegrini che raggiungono ogni anno per devozione il santuario,ma dopo l’apertura e con il passaggio di turisti e viaggiatori provenienti da tutta la sicilia diretti negli gli splendidi borghi delle alte madonie e’diventata una sosta quasi obbligatoria .con l’avvento dei social network le foto e questo posto hanno fatto il giro del web suscitando l’interesse di tante testate giornalistiche regionali , naturalisti e amanti della fotografia .
Fin qui tutto bellissimo e promozionale non ci sono dubbi .il problema nasce solo dal fatto che la maggioranza dei visitatori non si limita a fotografare ed ammirare, ma a danneggiare in poche settimane con una raccolta selvaggia e smisurata questi tulipani e spesso privandoli anche dei bulbi che serviranno per la fioritura per gli anni successivi.
L’appello del consigliere ABBATE Domenico del comune di Blufi  e a nome di tutti gli amanti della natura, (delle associazioni come ad esempio la proloco che sta publicizzando sul web una petizione da firmare on-line,la testata locale “ Blufi online” (Alberto Genduso) sensibile con iniziative sul web ormai da anni e di tutti i liberi cittadini sensibili alla tutela di questo prato) e’ quello di fotografare ,ammirare senza raccogliere in maniera smisurata dei tulipani che per natura una volta raccolti hanno una durata di circa 36 ore.
Togliere la possibilita’ a chi arrivi dopo a visitare questo luogo e’un atto di puro egoismo e mancanza di rispetto per la natura e il territorio.
C’e’ un sogno di un gruppo di  ragazzi  e cioè di poter fare un gemellaggio con un paese dell’Olanda!!!!!.

E in  attesa che possa realizzarsi limitiamoci perlomeno a preservarlo…..