CecalSrl

Nei giorni scorsi personale del Corpo Forestale del distaccamento di Piana degli Albanesi e della locale Stazione dei Carabinieri hanno denunciato un allevatore, tal B.F. di anni 40, per il reato di taglio abusivo e danneggiamento aggravato di alberi di cui all’art. 635 comma 2 del Codice Penale, ponendo sotto sequestro un area di 3 ettari circa.

L’operazione è scaturita da diverse denuncie fatte dai proprietari dei terreni dove si trovavano gli alberi tagliati.  Forestali e Carabinieri hanno accertato che l’allevatore aveva tagliato diverse centinaia di alberi di Roverella di diverso diametro ed età, in un’area di circa 3 ettari in località Cozzo Montagnola, agro del comune di Piana degli Albanesi, limotrofa alla Riserva naturale di Ficuzza, arrecando un dannno ambientale che a prima vista risulta estremamente rilevante, la cui quantificazione esatta sarà fatta nei prossimi giorni.

Inoltre, B.F. parè che non fosse neanche proprietario del bosco ma se ne fosse impossessato illegalmente, utilizzando toni e comportamenti aggressivi con i legittimi proprietari.

Stamane, dopo la convalida del sequestro da parte del Tribunale, i Forestali e i Carabinieri hanno notificato il provvedimento all’interessato, già noto agli inquirenti per numerosi pregiudizi di polizia,  il quale è stato anche denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, poiché nel corso degli accertamenti ha dato luogo a intemperanze, inveiendo e minacciando gli esponenti delle Forze dell’ordine presenti.