CecalSrl

Mohamed Idrissi tra gli uomini ed Annalisa Di Carlo tra le donne hanno concesso il bis della Mezza Maratona di Capo d’Orlando vincendo la 10 km. di Cefalù, prova valida quale terza tappa del Running Sicily-Coppa Conad, manifestazione internazionale organizzata dall’Asd [email protected] in collaborazione tecnica con l’Agex. I due portacolori della Mega Hobby Sport hanno confermato il pronostico della vigilia monopolizzando la gara dal primo all’ultimo chilometro. Per Idrissi, che domenica scorsa aveva vinto anche la prova palermitana del Vivicittà, è un successo frutto di una superiorità chiara e netta. “Sono veramente felice sia della vittoria di tappa che del primato assoluto nella classifica individuale del Running Sicily-Coppa Conad – ha detto Idrissi subito dopo avere tagliato il traguardo a Piazza Duomo – lavorerò sodo in estate per farmi trovare in forma anche il 14 ottobre in occasione della prova conclusiva: l’International Half Marathon di Palermo”.

            Con il tempo di 34.23, Idrissi ha preceduto Abdelkrim Boumalik dell’Atletica Canicattì (35.16) e Vincenzo Agnello dell’Atletica Nebrodi (38.02), mentre tra le donne (che si sono “misurate” sulla distanza di  6 km.) Annalisa Di Carlo della Mega Hobby Sport ha fatto il vuoto vincendo con il tempo di 27.56. Alle sue spalle si sono piazzate Cinzia Sonzogno della Podistica Capo d’Orlando (30.25) e Mellissa Lionti della Polisportiva Marathon Haenna (32.00).

            “Il binomio sport e turismo si è dimostrato ancora una volta vincente – ha sottolineato il Sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina – siamo felici dell’altissimo numero di partecipanti e siamo felici che alla partenza c’erano atleti in rappresentanza di 6 nazioni”.

            A dare il via alla gara, inserita nel ricchissimo programma della 6^ edizione di Earth Day Cefalù organizzata in occasione della 58^ Giornata mondiale della Terra, c’era un testimonial d’eccezione come Stefano Mei, campione d’Europa a Stoccolma nei 10.000 metri che ha poi premiato in vincitori sul palco montato ai piedi del Duomo. “Ho accolto immediatamente l’invito degli organizzatori per vivere da vicino una gara di buon livello – ha detto Mei – quando correvo io, la Sicilia forniva alla Nazionale atleti di valore mondiale. Spero che presto possano esserci altri campioni come quelli di qualche anno fa. Purtroppo paghiamo la crisi di ‘vocazione’: ci sono tantissimi amatori, ma pochi giovani che si accostano all’atletica leggera”.

            Dopo le prove di Capo d’Orlando (11 febbraio), Malta (25 febbraio) e Cefalù, Mohamed Idrissi guida la classifica generale individuale maschile, mentre Annalisa Di Carlo è in testa a quella femminile. Per l’attribuzione del titolo, sarà, comunque, decisiva l’International Half Marathon in programma a Palermo il 14 ottobre prossimo. “Il bilancio, finora, è positivo – ha affermato il direttore tecnico del Running Sicily-Coppa Conad, Nando Sorbello – a Cefalù abbiamo aumentato del 20% il numero degli iscritti ed abbiamo avuto al via atleti che hanno onorato ed apprezzato un percorso unico. Adesso siamo, già, proiettati alla prova conclusiva che presenterà la novità di un tracciato che unirà il mare alla città: partenza ed arrivo saranno a Mondello, ma gli atleti transiteranno anche dal Teatro Massimo”.

            A Piazza Duomo a Cefalù  c’erano anche i rappresentanti de Centro Regionale Trapianti con Ettore Li Muli, atleta trapiantato che sarà al via dell’International Half Marathon di Palermo. Hanno raccolto l’adesione di tantissimi podisti ed hanno promosso la cultura della donazione di organi e tessuti.  (nr)