CecalSrl

Un nuovo passo avanti è stato fatto dal Governo Musumeci . Il presidente della Regione Sicilia ha sottoscritto un’intesa con Trenitalia per avere dall’autunno del 2019, 43 nuovi treni che percorreranno le linee ferroviarie siciliane. Un investimento importante siglato con l’Amministratore Delegato di Trenitalia Orazio Iacono che ha presentato il nuovo “Pop” treno di ultima generazione adatto alle tratte siciliane, visto che si parla di un mezzo comodo,veloce e tecnologico. « Sono i treni assolutamente migliori che in questo momento abbiamo in Europa – ha detto Iacono – sono più scattanti, le sedute più confortevoli e molto più tecnologici, pieni di videosorveglianza per aumentare la sicurezza. Con questo contratto in Sicilia circoleranno più treni passando dai 380 al giorno di oggi ai 450 al giorno che raggiungeremo prossimamente». Molto soddisfatto il Presidente Musumeci che ha più volte sottolineato il problema che da anni ha messo in ginocchio i pendolari regionali siciliani, quindi un impegno preso e mantenuto, visto che in campagna elettorale aveva più volte messo in agenda questo fattore qualora fosse stato eletto. Un onere di 1,2 miliardi che metterà a dura prova il governo per un impegno di contratto decennale e che certamente farà ricredere tanti che più volte hanno rinunciato a viaggiare proprio perché il vecchio sistema di gestione non poteva più essere sostenuto psicologicamente con mezzi obsoleti e orari che andavano oltre i limiti consentiti. Bisogna recuperare tempo perduto sulla qualità e rete e pensare a mettere il tutto nell’immediata sicurezza della stessa linea con investimenti programmati già dalla prossima settimana e capire i programmi di RFI nel prossimo futuro.