CecalSrl

La circolare Gabrielli sulle nuove misure di sicurezza per concerti ed eventi in piazza, sarà il tema centrale del seminario che, curato da AnciSicilia, si svolgerà il 22 maggio, a partire dalle 9, a Villa Niscemi.
Durante i lavori, coordinati dal segretario generale dell’Associazione, Mario Emanuele Alvano, interverranno, tra gli altri: il presidente AnciSicilia, Leoluca Orlando, l’assessore alle Autonomie locali della Regione Sicilia, Bernadette Grasso, l’assessore regionale dell’Istruzione e Formazione professionale, Roberto Lagalla, e Antonella De Miro, Prefetto di Palermo.
Dopo l’attentato all’Arena di Manchester e i quasi 1500 feriti di Piazza San Carlo a Torino si sono rese necessarie delle nuove precauzioni per evitare che episodi simili si possano ripetere. La circolare firmata dal capo della polizia Franco Gabrielli condiziona, quindi, lo svolgimento degli eventi a tutta una serie di disposizioni che dovranno essere messe in atto dagli organizzatori, altrimenti scatterà il divieto. Oltre ai dispositivi antiterrorismo, dalla circolare sono previsti interventi che dovranno essere effettuati con urgenza e riguardano il conteggio degli ingressi, la capienza e la divisione in settori, prevedendo dei corridoi per le eventuali emergenze. E soprattutto la presenza di tutte le strutture sanitarie per fare fronte alle esigenze del pubblico. Per tutti gli eventi già programmati dovranno essere effettuati sopralluoghi di controllo e se non dovessero essere rispettate le norme, la manifestazione o il concerto saranno annullati. La Circolare Gabrielli, infine, fa una netta distinzione tra Safety (responsabilità di Comune, Vigili del fuoco, Polizia municipale, Prefettura, organizzatori) e Security (servizi di ordine e sicurezza), fissando e distinguendo di conseguenza i compiti che spettano alle diverse figure coinvolte.
“L’incontro di oggi – spiegano il presidente e il segretario generale AnciSicilia – nasce dall’esigenza fortemente sentita dai comuni di comprendere meglio la portata innovativa di queste disposizioni, al fine di rendere gli obblighi dei comuni quanto più gestibili, evitando che si possa determinare un aggravio delle attività e che si possa incidere negativamente sulle tante iniziative che le amministrazioni locali organizzano specialmente nel periodo estivo. Definire meglio i compiti del comune e quelli delle forze di polizia è fondamentale anche per determinare una fruttuosa collaborazione senza pregiudizio per i cittadini. Bisogna evitare un appesantimento nell’organizzazione delle manifestazioni pubbliche che potrebbe condurre alla cancellazione delle stesse”.
“Questo seminario, – conclude l’assessore alle Autonomie locali, Bernadette Grasso – organizzato in collaborazione con AnciSicilia, rappresenta un ulteriore passo in un percorso di forte collaborazione con l’obiettivo di programmare azioni a sostegno degli enti locali anche e soprattutto in ambiti caratterizzati da norme e procedure nuove e di difficile applicazione. Con il supporto dell’AnciSicilia stiamo cercando di alleviare quanto più possibile le difficoltà dei comuni, offrendo strumenti adeguati al territorio”.

Il programma completo sul sito www.anci.sicilia.it