CecalSrl

Il Sindaco Francesco Giunta, con Ordinanza n. 276 del 25 maggio 2018, ha inteso porre il freno al volantinaggio indiscriminato per la vie della Città.
Nel quadro della riqualificazione e della cura del decoro urbano, elemento prioritario per l’azione di governo, sin dai primi giorni dal suo insediamento, l’Amministrazione Comunale, di concerto con i competenti Uffici, ha inteso regolamentare, con apposita Ordinanza, le modalità di distribuzione dei volantini, curata, in gran parte, da supermercati e grandi centri commerciali che troppo spesso vanno a finire, sparsi, per le strade, causando, anch’essi, inquinamento.
A dire il vero l’Amministrazione Giunta, già nei mesi scorsi, nel corso di un tavolo tecnico organizzato, per l’occasione, dall’Assessore al ramo Salvatore Messineo, al quale sono stati invitati i rappresentanti di tutte le più importanti attività commerciali della Città ed alla presenza del Comandante la Polizia Municipale, Dott. Antonio Calandriello e il Dott. Donaldoo Di Cristofalo, responsabile della Funzione di Servizio Ambientale, si era tentato “con le buone” di convincere gli esercenti a rivedere, almeno in parte, le politiche di distribuzione del sempre più consistente materiale pubblicitario. Purtroppo, a distanza di qualche mese, nonostante le rassicurazioni verbali, non si sono registrati grandi progressi. E’ stato quello il momento nel quale il Sindaco ha, quindi, deciso di applicare il “pugno di ferro”, attraverso l’emissione dell’allegata Ordinanza.
Al riguardo Giunta ha dichiarato: “in questi mesi abbiamo tentato, in ogni modo, di convincere gli esercenti a limitare questo tipo di pubblicità che contribuisce, in maniera non indifferente, a imbrattare le vie della nostra Città. Purtroppo, registrata la mancata collaborazione, siamo stati costretti ad emettere l’Ordinanza che disciplinerà in ogni suo aspetto l’attività di distribuzione dei volantini commerciali. Ha concluso, Giunta, in questi giorni la Polizia Municipale sta notificando alle imprese il provvedimento, dopo di che, si passerà alle applicazioni delle sanzioni che sono, peraltro, molto salate. Le regole devono essere rispettate da tutti. Una Città senza regole è una Città invivibile e la nostra azione amministrativa è stata, sin da subito, indirizzata, al recupero del decoro e della dignità di ognuno”.