CecalSrl

Continua il caldo in Sicilia e continuano gli incendi da una parte all’altra dell’isola. Dopo qualche giorno di tregua riprende nel palermitano un’escalation di incendi dolosi tra Cinisi, Carini fino ad arrivare a Termini Imerese e Campofelice di Roccella. Un tratto costiero che vede impegnati gli uomini dei Vigili del Fuoco che, tra folte vegetazioni che rimangono incolte per mancanza di pulizia e, dove si cerca di fare il possibile, visto che in alcuni tratti rimane impossibile anche addentrarsi e arrivare sul punto designato. Nel contesto terreni abbandonati, a cui i soggetti proprietari devono assumersi le colpe maggiori, nonostante le ordinanza dei sindaci del comprensorio sono state emanate quasi dappertutto.
Questo nella maggior parte dei casi non ha reso fattibile che tutto questo potesse evitarsi, in un aspetto non bellico per gli abitanti e i turisti che prendono di mira le spiagge siciliane e che devono imbattersi annualmente in uno spettacolo non più tollerabile. Un’aggressività di calore che alimentata dalla forza del vento caldo rimane difficile da fermare e come spesso accade si chiede l’aiuto dei mezzi aerei ma, su tutto ciò bisognerebbe fare un esame di coscienza sia sulla prevenzione che sulla repressione, non trascurando il fatto che tutti siamo colpevoli quando le norme non vengono rispettate e la mano dell’uomo rimane sempre l’arma difficile da tollerare !