CecalSrl

Nove borse di studio destinate a neolaureati e dottorati siciliani, per offrire loro l’opportunità concreta di inserimento nel mercato del lavoro grazie alla possibilità di realizzare presso Enti di ricerca pubblici, localizzati nel territorio siciliano, percorsi di formazione e di accompagnamento. È questo l’obiettivo immediato del progetto INNOVA “Innovazione e Valorizzazione Efficienza Energetica imprese sistema AgroIndustria, realizzato da ENEA-Dipartimento Unità Efficienza Energetica e cofinanziato dalla Regione Siciliana grazie al Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo 2014-2020 della Sicilia (PO FSE).

In particolare, l’ENEA assicura al Progetto INNOVA il know-how, le risorse umane e scientifiche, strumentali e logistiche per l’attuazione delle azioni progettuali. I percorsi di formazione e di accompagnamento che riguardino ambiti come l’imprenditorialità innovativa, la ricerca industriale, lo sviluppo pre-competitivo; l’innovazione organizzativa e manageriale, la qualificazione delle competenze con elevato contenuto tecnologico ed innovativo. Gli ambiti oggetto del bando sono: “Energia ed Agroalimentare”. INNOVA prevede l’erogazione di 9 borse di studio per consentire a giovani talenti, laureati nelle diverse discipline scientifiche o con dottorato di ricerca, di realizzare un percorso di studio e ricerca accompagnato da un’azione formativa finalizzata all’inserimento lavorativo in realtà di ricerca o di alta professionalità pubbliche e private, includendo anche la creazione di imprese fondate sulla conoscenza e sull’innovazione tecnologica e/o organizzativa.

I destinatari usufruiranno di un intervento formativo finalizzato all’acquisizione di specifiche competenze per l’elaborazione, pianificazione e gestione di progetti complessi e per lo sviluppo e attuazione di un’idea imprenditoriale, espressione di spin off di ricerca, con PMI siciliane. Le borse hanno la durata di 18 (diciotto), mesi ripartita su due periodi tra loro consecutivi uno di 12 (dodici) mesi e uno di 6 (sei) mesi. L’estensione dei sei mesi è subordinata ai risultati conseguiti dal borsista nel corso della prima annualità della borsa (sono previste obbligatoriamente almeno due azioni di spin-off da parte dei borsisti). Il Progetto INNOVA, rappresenta una delle azioni del Dipartimento Unità Efficienza Energetica nell’ambito del settore agricoltura e agroindustria.

INNOVA promuove l’applicazione di metodi, sistemi e tecnologie energetiche “innovative, rinnovabili e low cost” nel sistema agricolo-alimentare ai fini del raggiungimento degli obiettivi previsti dal Protocollo di Kyoto, dai Pacchetti Europei Clima ed Energia 20-20-20 e 2030, dalla Direttiva Europea sull’Efficienza Energetica 27/EU/2014 e dal Decreto Legislativo 102/14. In particolare, il Progetto INNOVA si occuperà di sostenere e promuovere:

– Know-how e modelli di produzione innovativi per sostenere l’Efficienza Energetica nelle filiere agroindustriale e agroalimentare;

– tecnologie rinnovabili in accordo con la Legge 28 dicembre 2015 n. 221 sulle “disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e di contenimento dell’uso eccessivo di suolo”;

– sviluppo di diagnosi energetiche e metodi di benchmark per modernizzare le PMI delle filiere agroindustria e agro-alimentare, in accordo con il Decreto 102/2014 che ha recepito la Direttiva Efficienza Energetica e con la norma ISO 50001 per la riduzione di energia e degli impatti ambientali.

MAURO MARANI (ENEA): “Il Dipartimento Unità Efficienza Energetica (DUEE) ha il ruolo di rappresentare l’ENEA con un’unica interfaccia verso la pubblica amministrazione centrale e periferica ai fini dell’attuazione delle misure volte al miglioramento dell’efficienza degli usi finali dell’energia nel rispetto degli obblighi derivanti dalle direttive comunitarie. In particolare, con la Divisione Servizi integrati per lo Sviluppo Territoriale, assicura supporto tecnico e consulenza alle imprese e agli operatori economici in relazione alle azioni volte al miglioramento dell’efficienza energetica promuovendo, attraverso la collaborazione pubblico-privato e gli accordi volontari, il coinvolgimento di capitale privato negli interventi di efficienza energetica”.

CARLO ALBERTO CAMPIOTTI (ENEA, Direttore del Progetto INNOVA) “Il Progetto INNOVA si configura come occasione per sviluppare iniziative di Spin Off in settori strategici come l’Agroindustria e l’Efficienza Energetica con l’obiettivo ultimo di creare iniziative auto-imprenditoriali ed innovative. I borsisti infatti usufruiranno di un intervento formativo finalizzato all’acquisizione di specifiche competenze per l’elaborazione e la gestione di progetti complessi e per lo sviluppo e attuazione di un’idea imprenditoriale, espressione di spin off di ricerca, con PMI siciliane, sull’efficienza energetica”.

FRANCESCO CAPPELLO (ENEA, Coordinatore del Progetto INNOVA). “I mercati della eco-progettazione e dei servizi energetici, in questi anni, hanno visto il fiorire di nuovi profili societari, figure professionali e servizi, presenti, con marchi, ruoli o albi esclusivi e con procedure di riconoscimento e di abilitazione, certificate. Anche per questo, attraverso il Progetto INNOVA ai borsisti saranno trasferite non soltanto le conoscenze e l’esperienza degli esperti ENEA per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente ma anche le competenze per acquisire la qualifica di EGE (Esperto in Gestione dell’Energia), secondo il D.Lgs 102 del 4 luglio 2014 sull’Efficienza Energetica e la norma UNI UNI 11339, figura professionale richiesta per la diagnostica energetica e per la certificazione delle società Energy Saving Company (ESCo)”.

FRANCO RIBAUDO (Sindaco di Marineo, già Parlamentare della Camera dei deputati). L’attenzione dell’ENEA in Sicilia, rappresenta una occasione per lo sviluppo di politiche di efficienza energetica sia per la PA (pubblica Amministrazione) che per le imprese agroalimentari siciliane. Il progetto INNOVA, e soprattutto la collaborazione con l’ENEA sulle tematiche delle diagnosi energetiche ai fini di aumentare la competitività delle PMI siciliane, rappresenta certamente una opportunità anche per i Comuni ai fini della sostenibilità economica ed ambientale del territorio siciliano.

ANTONIO VALENTI (Capo gabinetto dell’Assessore Istruzione e formazione professionale) “L’Assessorato dell’Istruzione e della Formazione professionale attraverso l’iniziativa “Rafforzare l’occupabilità nel sistema della R&S e la nascita di Spin off di ricerca in Sicilia, finanziato dal PO FSE Sicilia 2014-2020”, la Regione Siciliana vuole offrire a giovani laureati e/o dottorati opportunità concrete di inserimento nel mercato del lavoro, con particolare attenzione ai settori strategici di sviluppo economico, quali gli ambiti Energia ed Agroalimentare.

L’Assessorato, consapevole che la “conoscenza” costituisce l’asset attraverso il quale rafforzare il sistema produttivo regionale, si è posto l’obiettivo principale di sviluppare, in raccordo con gli Enti di ricerca vigilati dal ministero, percorsi di formazione e di accompagnamento di giovani laureati per favorire lo sviluppo di imprenditorialità innovativa, organizzativa e manageriale in settori strategici per l’economia della Sicilia”.