CecalSrl

Alla presenza del Sindaco di Petralia Sottana Leonardo Neglia, Rita Zafonte Medico di Medicina Generale a Petralia Sottana e Direttore Pastorale della Salute della Diocesi di Cefalù, Pino Geraci e Pinella Barbarotto Medici di Medicina Generale a Polizzi Generosa, Don Gioacchino Notaro Vice Parroco di Petralia Soprana, Don Calogero Falcone, Delegato ad Omnia Diocesi di Cefalù, l’Avvocato Cinzia Di Vita, Consigliere Distrettuale di Disciplina degli Avvocati di Palermo, Il Presidente Associazioni Medici Madoniti e Medici Cattolici, della Diocesi di Cefalù Giuseppe Intrivici, la Presidente dell’AUSER di Petralia Sottana Giuseppa Gianforti,e delle massime autorità del mondo dei club, quali il presidente dell’ARCAT Sicilia Nunzio Lanza, il presidente della WACAT Helge Kolstad e il Direttore della Scuola Europea di Alcologia Francesco Piani, a Petralia Sottana, presso l’ex Convento dei Frati Riformati, si è concluso il Corso di Sensibilizzazione all’Approccio Ecologico Sociale ai Problemi Alcolcorrelati e Complessi (Metodologia Hudolin).
Il corso,organizzato dall’ARCAT (Associazione Regionale Club Alcologico Territoriale) Sicilia, con la collaborazione dell’AICAT(Associazione Italiana Club Alcologico Territoriale) e della WACAT(World Association Club Alcohologie Territorial) ed il finanziamento del Comune di Petralia Sottana, ha avuto la durata di 5 giorni durante i quali 21 corsisti, provenienti dalle province di Caltanissetta, Catania,Enna, Palermo e Siracusa,hanno avuto la possibilità di conoscere e discutere il Metodo Hudolin grazie all’intervento del coordinatore del Corso Michele Parisi, i cocoordinatori Giuseppe La Rocca e Filippo Triolo, i conduttori dei gruppi: Giuseppe Guida, Giuseppe La Rocca e Filippo Triolo; i coconduttori dei gruppi: Stefano Armenio, Elda Domina e Patrizia Paradiso.
Questo metodo, da oltre 50 anni, offre la possibilità di cambiamento alle famiglie con PAC(problemi alcol correlati).Il Club Alcologico Territoriale vuol dire apertura e fiducia verso l’altro, condivisione e solidarietà; in esso ogni membro migliora se stesso cambiando il proprio stile di vita attraverso protezione e promozione della salute propria, della famiglia e della comunità di appartenenza.
In seguito alle lezioni ed incontri diretti con le famiglie del Club “ALBA”di Gangi e del Club “ALBA SU PETRA ” di Petralia Sottana, i corsisti hanno raggiunto una maggiore consapevolezza sul fatto che il consumo di bevande alcoliche è un comportamento a rischio e che attraverso il confronto,la condivisione,gli stimoli,la comunicazione è possibile affrontare i problemi e cambiare lo stile di vita del singolo, della famiglia ma e soprattutto dell’intera comunità .

Il corso nato con l’intento di formare servitori- insegnanti , quale figura capace di affrontare le problematiche e le dinamiche legate ai problemi alcol correlati, ha prodotto diversi obiettivi elencati per integro qui di seguito:

Organizzazione di SES ( Scuola Ecologica Sociale)di III modulo con la collaborazione dei corsisti che si sono resi disponibili (Castellana Sicula, Gangi, Petralia Soprana, Petralia Sottana –AUSER, Medici Madoniti, Medici Cattolici Ordine degli Avvocati-, Polizzi Generosa e Sortino).
Proposta ed approvazione della Carta europea sull’alcol da parte di tutti i Comuni Madoniti.
L’ARCAT Sicilia si assume il compito di mettere a frutto le disponibilità date dai corsisti a divenire servitore-insegnante (Catania, Misterbianco, Petralia Soprana e Petralia Sottana) cercando di aumentare la rete territoriale dei Club.
Corso di Sensibilizzazione a Cefalù nel febbraio 2019.
Organizzazione di un meeting residenziale mondiale della WACAT.
Inserimento nel Piano di Zona di Petralia Sottana di progettualità sui problemi alcol correlati e complessi.

È stata anche lanciata l’ idea di organizzare un meeting mondiale proprio a Petralia Sottana nella splendida cornice dell’ex convento, nel cuore della pineta comunale.