CecalSrl

Commisione Sanità in trasferta all’ospedale di Petralia Sottana :su invito degli amministratori madoniti, la Commissione Sanità all’Ars(quasi al completo) presieduta dall’ On. Margherita La Rocca ha tenuto una audizione nella sala conferenze dell’Ospedale Madonna dell’Alto di Petralia Sottana,dove oltre i sindaci erano presenti  il Commissario dell’Asp Antonio Candela, Mario La Rocca, Direttore generale alla pianificazione strategica dell’Assessorato alla salute sindacati, medici  e rappresentanti del Comitato Pro Ospedale.

Nel suo intervento d’apertura il Presidente della Commissione ha tenuto ha precisare che la nuova rete  ospedaliera non è pronta e quindi non è stata ancora esaminata dalla Commissione Sanità,pur non di meno in un colloquio con l’assessore regionale Razza è emerso qualche indicazione su quello che sarà il futuro dell’ospedale madonita,per il quale ha sottolineato la presidente, “abbiamo grande attenzione”considerata la posizione geografica.

Il sindaco di Petralia Sottana, Leonardo Neglia a nome dei colleghi madoniti ha ribadito che è stato approvato un documento comune già inviato sia all’Assessore che alla commissione dove si evidenziano le carenze e le richieste di questo territorio.In pratica si chiede di mantere fede agli impegni presi a suo tempo a Corleone nella conferenza dei sindaci di tutta la provincia di Palermo.

Si è parlato inevitabilmente del punto nascita per il quale ,tramite gli assessorati regionali,dove la Commissione  continuerà a chiedere una deroga al Ministero alla salute(guidato peraltro da una siciliana)anche se poco convincenti sono state le parole dell’ing. Mario La Rocca, Direttore generale alla pianificazione strategica dell’Assessorato alla salute,dove ha pure aggiunto che presto chiuderà anche il punto nascita di Cefalu’.Tutti  a  Termini quindi..

L’ospedale di Petralia Sottana(che aumenterà i posti letto da 43 a 66) sarà  presidio in zona disagiata come  quello  di Corleone .Sarà incentivata la cardiologia e l’unità semplice di ortopedia mentre il Commissario Candela, che ha elogiato l’operato dei medici di questo ospedale  ha sottolineato “che non sono secondi a nessuno in termini di professionalità”.Ha poi aggiunto e proposto che si incentivino i medici a venire a lavorare a Petralia Sottana, e venga loro corrisposto uno stipendio da”primario” anche se tutti ovviamente non potranno fare i primari.Ma solo in termini di incentivi economici.