CecalSrl

Masterclass del Baritono Carmelo Corrado Caruso Ex Convento Padri Riformati, Petralia Sottana 9-14 luglio
2° Galà Lirico degli allievi partecipanti al corso del 14 luglio

Perché Petralia Sottana? Perché sul costone roccioso accanto al bosco della Pineta Comunale?
Quando ho visitato per la prima volta Petralia Sottana ho sentito un richiamo forte, un desiderio di portare i miei allievi e i miei colleghi…pensando fattivamente che in un ex convento del 1600 (esattamente del 1663) e all’interno dell’auditorium già Chiesa S. Maria degli Angeli, si potessero ricreare quei luoghi tanto cari ai compositori e agli artisti, pieni di esegesi e spiritualità, tali da creare una sorta di ritiro fisico e teorico, in modo da collaborare per la ricerca dei loro repertori e preparare i loro futuri impegni artistici, un connubio quindi di emozioni, tutte al centro di un’isola meravigliosa e circondati da tanto silenzio e tanto affetto, dominando il paese dall’alto, aria rarefatta dall’altitudine, clima secco, tutti elementi che invitano alla più alta concentrazione.
Vi aspettiamo numerosi e sono consapevole che il futuro attende nuove e intense programmazioni.
Grazie a tutti! Grazie al Comune di Petralia Sottana (Giunta, consiglio comunale al completo!), grazie all’Associazione Turistica Pro Petralia “F.Tropea”, grazie al territorio e ai privati sponsor del comprensorio madonita che hanno contribuito a incoraggiare questo evento e che sicuramente ci accoglieranno a braccia aperte: A Fuoco Lento – La Locanda di Cadì , Albergo Ristorante Il Castello, Pasticceria Bracco, Parco Avventura Madonie! Grazie all’Associazione Culturale Teatro della Rabba e soprattutto a Piero Polito! Grazie a chi ci coccolerà con i suoi pranzetti a domicilio…leggeri e genuini come solo un centro siciliano può offrire!
Infinite grazie a Sonia Geraci della TEMPERO, agenzia di comunicazione e organizzazione eventi che ha seguito tutta l’organizzazione e i rapporti con gli enti.
Vi aspetto il 14 per presentare a tutti il lavoro duro di questi giorni!!!
Un abbraccio, Carmelo Corrado Caruso