SONY DSC
CecalSrl

 

La scorsa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Termini Imerese, hanno tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti M. C. e M. C., entrambi disoccupati di Capo d’Orlando, rispettivamente di 28 e 30 anni.

I due ragazzi sono stati fermati dai Carabinieri per un controllo mentre percorrevano in uscita lo svincolo “Area Industriale” dell’Autostrada A19, di rientro da Palermo, bordo di un’utilitaria. Appena notata la vettura dei Carabinieri, allorquando veniva imposto l’Alt!, il soggetto seduto lato passeggero, credendo di non essere visto e provando ad approfittare del buio, lanciava dal finestrino una bustina trasparente, prontamente recuperata successivamente dai militari. All’interno dell’involucro, venivano rinvenuti 21 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, motivo per cui si decideva di effettuare una perquisizione all’interno dell’autovettura nonché presso le residenze dei due ragazzi.

Nel corso di quest’ultime, venivano inoltre rinvenuti, nella loro disponibilità all’interno delle abitazioni, due bilancini di precisione.

Condotti presso la sede della Compagnia di Termini Imerese, al termine degli accertamenti di rito, i due venivano dichiarati in stato di arresto per la violazione dell’art. 73 del testo unico sulle sostanze stupefacenti e ristretti presso le camere di sicurezza del Comando, in attesa dell’udienza di convalida, prevista per la giornata di ieri e presso il Tribunale di Termini Imerese, conclusasi con la convalida degli arresti ed il rinvio dell’udienza ad altra data da destinarsi, pertanto rimessi in libertà.

Tutta la sostanza stupefacente recuperata nel corso dell’operazione antidroga, sarà inviata al LASS Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, per accertare l’esatto principio attivo della stessa.

05_07_2018