CecalSrl

Si sono conclusi gli Esami di Stato 2018 per l’Istituto Alberghiero di Castellana Sicula che raggiunge, per il terzo anno consecutivo, il traguardo dei diplomati all’indirizzo “Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera”.

Quest’anno tre le classi licenziate per le sezioni: Enogastronomia, Sala e Vendita, Accoglienza turistica e positivi per tutti i risultati, con voti eccellenti e livelli alti di prestazione.

Esito finale di 100 per Cerami Jessica e Cascio Eliana (Accoglienza turistica), 94 per Bellina Anna e Leta Federica, 96 per Aiello Luca (Enogastronomia).

Innovative e fantasiose le mappe e le tesine d’esame in cui studenti e studentesse si sono cimentati con svariati argomenti: dalla letteratura alla storia, dalla musica allo sport, dalla dieta mediterranea al marketing mix, dall’Expo alla cucina giapponese, dai disturbi alimentari alle nuove diete ed intolleranze.

Particolarmente originali e creativi i lavori presentati da tre alunni della sezione Enogastromia: Simone Di Vita, Federica Leta e Graziana Orlando.

Simone, da vero chef, ha preparato una sua creazione, “Fusion”, un dolce per celiaci: frolla di riso senza glutine, uno strato di composta d’amarena ricoperto da una mousse al cioccolato fondente, il tutto decorato da un pralinè alle mandorle.

Federica si è ispirata alla storia del cioccolato ed in particolare al film: “La fabbrica di cioccolato”, con riferimento alla figura del protagonista Charlie Bucke, ai temi legati alla sua vicenda ed al valore della famiglia.

Ha, quindi, predisposto un liquore cremoso al cioccolato illustrandone gli ingredienti e le caratteristiche.

Graziana ha progettato un abito sul tema: Cibo è moda. “Il binomio perfetto per mangiare con eleganza”. Il corpetto del vestito è stato realizzato con pasta e tappi di bottiglia e borsa con sacchetto del pastificio Di Martino, targata DOLCE & GABBANA, mentre la gonna adornata di tulle blu e frutti di mare.

Insieme all’abito ha illustrato la “storia” dell’Amaretto DISARONNO, edizione limitata firmata MISSONI.

Il tutto per rappresentare nel migliore dei modi il legame esistente tra “CIBO” e ”MODA”. Il cibo, infatti, è strettamente unito alla moda ed alle “mode”, tanto da essere entrambi fattori condizionanti sia per le scelte alimentari che per le abitudini e gli stili di vita.

Il cibo diventa moda e la moda, spesso, propone modelli e fisicità che rimandano a tendenze che influenzano l’alimentazione.

Molto interessanti e creativi i percorsi di lavoro proposti alla commissione d’esame, presieduta dalla prof.ssa Francesca Vella, DS presso il Liceo Classico G. Meli di Palermo.

I docenti hanno avuto modo di apprezzarne l’originalità e l’inventiva, soprattutto in riferimento alle finalità ed agli obiettivi che l’Istituto Alberghiero si prefigge.

Un esame innovativo ed estroso. Da non dimenticare …anche per la scossa di terremoto avvertita a Castellana la mattina del 7 luglio, durante lo svolgimento dei colloqui!

MIMMA DI FIGLIA