CecalSrl

“L’incremento del 16.1% della raccolta di carta e cartone in Sicilia, registrato nel 2017, ci dice che siamo sulla giusta strada”. Lo dice Gaetano Rubino, presidente di Assopirec, l’associazione che raggruppa numerose piattaforme di recupero in Sicilia, commentando i dati del XXIII Rapporto Annuale di Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, presentato stamani a Palazzo dei Normanni.

“Oggi – aggiunge – la percentuale di carta e cartone raccolta in Sicilia è del 22%. Si è passati dalle 95.654 tonnellate del 2016 alle 111.051 del 2017. Questo vuol dire che molto è stato fatto, ma che ancora molto c’è da fare. L’Isola, infatti, ha ancora enormi potenzialità, perché i margini di crescita sono ampi. Basti pensare che la media nazionale, con il 42%, è superiore di ben 20 punti. Mentre siamo ultimi in quanto a raccolta media pro capite con 22 kg. La prima regione è l’Emilia Romagna con 86,8”.

“Le quantità raccolte – conclude – sono destinate ad aumentare anche grazie alle disposizioni dettate dalla Regione Siciliana ai comuni e a quelle previste nel nuovo Piano per la gestione dei rifiuti, che puntano sulla raccolta differenziata. Uno scenario rispetto al quale le piattaforme di recupero sono già pronte e che consentirà di ridurre i conferimenti in discarica, nonché l’impatto ambientale dello smaltimento”.