CecalSrl

“The Polizzi Generosa Project”. Il 4 Agosto Eolo Paul Bottaro presenta ai cittadini -La Dea Risorta- !
Completata l’opera di Eolo Paul Bottaro, artista poliedrico e curioso che, nel paese di Polizzi Generosa, ha voluto realizzare e donare ai cittadini, dopo nove mesi di lavoro, la statua di “Iside Triforme. L’opera sarà presentata nell’evento del “The Polizzi Project” sabato 4 Agosto alle ore 21.00 presso l’Auditorium San Francesco di Polizzi. a cui seguirà il doc-film di Claudio Ceino “La Dea Risorta”,  che consente la curiosità e uno sguardo al dietro le quinte della creazione della statua, spiegando come questo progetto è nato.

La scultura consta di tre teste (un vecchio, una donna, un giovane) poggiate su una figura femminile che tiene due serpenti nella mano sinistra e una forma tonda in quella destra. L’artista riprende la ricostruzione di un “oggetto vecchio” a cui la storia pensa che il nome stesso di Polizzi sia dovuto a questa Dea, ma senza ricordare il pezzo, anzi nascosto nei tempi e utilizzato come supporto di un fonte battesimale in una chiesa cristiana. Pezzo insignificante per il vescovo che davanti a tutti nel 1764 chiama un frate e decide di farla abbattere e disperdere i pezzi per le vecchie strade, con la rabbia dei polizzani che protestando non sono riusciti nell’intento.

Presente alla presentazione, la dottoressa Emilia Maggio che presenterà un power point dal titolo “Il mito di Iside”, a cui seguirà una performance teatrale a cura di Gandolfo Curatolo & co., dal titolo “Statua dimmi chi sei?”. Nella serata si esibiranno artigiani, fotografi e giovani studenti di Polizzi, il cui evento sarà aperto dall’artista Paul Bottaro, seguito dal Sindaco Giuseppe Lo Verde e dalla dott.ssa Ida Rampolla.

Curiosità da parte dei cittadini che hanno accolto dallo scorso anno il giovane artista con affetto e passione, ringraziandolo da subito e mettendo in atto che l’opera non sarebbe passata inosservata, soprattutto per il fatto di aver fatto rivivere e conoscere un altro pezzo di storia che i polizzani non conoscevano. La bellezza dell’opera dai primi sguardi indiscreti, si presenta in tutta la sua bellezza e il conforto da parte di tutti certamente metterà d’accordo anche coloro che non pensavano che la storia di Polizzi potesse ancora essere raccontata e riscoperta nei tempi attuali.