CecalSrl

Tutto è pronto per dare vita all’ottava edizione delle “Notti Clandestine 2018” a Piano Balraci (Termini Imerese). L’inizio è previsto sabato 18 agosto e si concluderà il 25 agosto, nel suggestivo e affascinante scenario del centro storico di Termini Imerese a pochi passi dai ruderi dell’anfiteatro romano della Villa Palmeri.
L’iniziativa, promossa dalle associazioni Politeia e TeleTermini, si è avvalsa della preziosa collaborazione di Radio Panorama che seguirà le dirette degli eventi. Il ciclo di appuntamenti è stato patrocinato dal comune di Termini Imerese e da Palermo 2018 Capitale Italiana della Cultura. Anche quest’anno un ruolo fondamentale è stato quello degli sponsor che hanno creduto nello spirito dell’iniziativa, divenendo partner fondamentali per la riuscita della manifestazione.
Ogni serata sarà suddivisa in due momenti: il primo dedicato al cinema, curato da Roberto Tedesco, il secondo dedicato al teatro e alla musica in genere, curato da Totò Scaccia. Per tutta la settimana sul palco di Piano Barlaci si alterneranno registi, attori e musicisti di alta qualità.
Si inizia sabato 18 alle ore 21, con la proiezione del corto dal titolo Almadaring di Maddelisa Polizzi. Seguirà il duo cabarettistico dei Petrolini. Infine, la serata si concluderà con lo spettacolo teatrale della “Compagnia del divano” dal titolo E’ finitala commedia, con la regia di Damiano Giunta. Gli arredi scenografici saranno curati dalle installazioni dell’artista Riccardo Morini.
Il giorno successivo, domenica 19 sempre dalle ore 21, sarà proiettato il corto dal titolo Processo a Chinnici, premiato nelle scorse settimane al “Giffoni Film Festival” e alla Notte Biuanca del Cinema di Petralia Sottana, prodotto dal duo comico Ficarra&Picone. Al termine il pubblico incontrerà l’autore e sceneggiatore del corto Giovanni Furnari e il regista Marco Maria Correnti. A seguire la musica jazz diventerà protagonista con le note del maestro Roberto Gervasi e del suo trio, in uno spettacolo inedito, dove la fisarmonica diventa l’indiscussa protagonista con uno spettacolo dal titolo “My Jazz accordion”.
Lunedì 20 alle ore 21, come da tradizione, verrà proiettato un film dal titolo Ore 18 in punto. Al termine della proiezione il regista Giuseppe Gigliorosso e alcuni protagonisti del film risponderanno alle domande del pubblico. Al termine, la serata sarà allietata da un concerto blues con la band “Toti Us And The Ultry”.
Martedì 21 alle ore 21, si continuerà a parlare di cinema, questa volta con il regista Giovanni Calvaruso, che recentemente ha scelto la città delle terme come scenario del suo ultimo film dal titolo Vite da sprecare. In questa occasione saranno proiettate, in anteprima, alcune immagini del backstage. Anche per quella sera si aspettano alcuni degli attori protagonisti del film di prossima uscita nelle sale cinematografiche. A seguire un tributo a Jim Morrison con uno spettacolo dal titolo “Il grido della Farfalla”. Un connubio tra musica e teatro a cura del Teatro Zeta e della band “Soul Fire”, da un’originale idea del regista termitano Piero Macaluso.
Le problematiche dell’immigrazione saranno affrontate mercoledì 22, sempre alle ore 21, con la proiezione del corto dal titolo Un caos bellissimo. A seguire affronteranno questo argomento con il regista Luciano Accomando, il giornalista Mario Catalano (collaboratore di Repubblica Palermo e recentemente vincitore del Premio Giornalistico Internazionale “Cristiana Matano” nella sezione “Giornalista emergente under 30”) e Carmen Cera di Amnesty International. Si concluderà la serata con una commedia brillante in due atti della compagnia “iTalìa” dal titolo “Ora ca mamma murie, cu si teni u papà” di Calogero Murici, con la regia di Totò Nancini.
La serata di giovedì 23 sarà interamente dedicata al cinema. Si inizia con un incontro con gli allievi e i docenti della scuola “Piano Focale – Piccola scuola di cinema underground”. Durante la serata sarà proiettato il corto, realizzato dagli allievi della scuola, dal titolo Il canto delle sirene. Si tratta di un lavoro di estremo interesse perché affronta le problematiche dell’abuso del telefonino tra i giovani. A seguire, sarà proiettato il film La scomparsa di Patò tratto da un romanzo di Andrea Camilleri. Al termine, il regista e sceneggiatore, Rocco Mortelliti, risponderà alle domande del pubblico.
Nel panorama nazionale del cinema italiano c’è senza dubbio il regista madonita Pasquale Scimeca. Gli spettatori lo incontreranno venerdì 23 con inizio previsto sempre alle 21. Durante la serata, oltre a parlare della sua ultima fatica Balon sarà l’occasione di parlare del suo prestigioso nuovo incarico: la direzione artistica del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo. Si concluderà con la compagnia dialettale “Teatro Libero” di Trabia, che proporrà una commedia dal titolo “A Mandracula” di Diego Gattuccio.
L’ultima serata del fitto calendario delle Notti Clandestine 2018 sarà quello di sabato25 agosto. La prima parte sarà, ancora una volta, dedicata al cinema. Sul palco di Piano Barlaci saliranno il regista Giovanni Massa, nella qualità di direttore artistico
del Premio internazionale di cinema e narrativa dell’Efebo d’Oro ed Egle Palazzolo, presidente del Centro di Ricerca per la Narrativa e Cinematografia. Un’occasione per parlare di uno dei premi più prestigiosi del panorama cinematografico italiano che quest’anno è giunto alla sua quarantesima edizione. Questa edizione chiuderà i battenti con un concerto davvero emozionante. Si tratta di un omaggio ai Pink Floyd con gli Alan’s Breakfast.
Tutti i pomeriggi i ragazzi del quartiere e non solo saranno impegnati in attività ludico artistiche curate dal maestro Giuseppe Piscitello che, attraverso l’arte del riciclo, realizzeranno delle installazioni artistiche.
Notti Clandestine a Piano Barlaci: cinema, musica, teatro e tutto ciò che è arte!